Smartphone Samsung e Huawei - THE-MAX

Soluzioni informatiche Guide online Videosorveglianza
Soluzioni informatiche Guide online Videosorveglianza
Vai ai contenuti

Smartphone Samsung e Huawei

TELEFONIA
Parliamo di smartphone, più precisamente dei nuovi modelli prodotti da Huawei;
in modo particolare voglio soffermarmi sulla serie P di Huawei, come il P20, il P30, e successivi.



Molti utenti infatti hanno valutato (ho hanno intenzione di farlo), di acquistare un telefono della casa cinese Huawei come sostituto del loro vecchio smartphone Samsung.
Samsung infatti rappresenta il più grande rivale della categoria, ed il mercato degli smartphone di nuova generazione rivaleggia tra questi due colossi della telefonia, oltre che con Apple.

Sempre più utenti si stanno rendendo conto che i telefoni Samsung sono caratterizzati da una durata di vita piuttosto breve e difficilmente superano i due anni di efficienza operativa. In moltissimi casi immediatamente dopo la scadenza del periodo di garanzia si riscontrano malfunzionamenti che possono coinvolgere tutti i fronti dello smartphone;
dalle chiamate alla ricezione, dalla tastiera virtuale al GPS interno, oppure si denota un rallentamento generale che mina il funzionamento del telefono.
Questi sono solo alcuni sintomi che caratterizzano questi smartphone.
Sicuramente la causa di tutte queste problematiche è da ricercarsi nella "obsolescenza programmata" di cui tanto si è sentito parlare negli ultimi tempi, ovvero quella disonestapratica messa in atto dai grandi produttori di dispositivi mobili come Samsung e Apple, che consiste nell'equipaggiare volontariamente gli smartphone di nuova produzione con software a scadenza programmata, i quali dopo un determinato periodo smettono di funzionare correttamente, generando rallentamenti e malfunzionamenti, in modo da spingere il possessore ad acquistare un dispositivo nuovo.
Personalmente ho operato la scelta di optare per uno smartphone Huawei dopo essere stato per anni un cliente Samsung. Stufo dei continui problemi che riscontrano nei loro telefoni dopo brevi periodi di utilizzo, spesso anche entro i termini di garanzia, ma che per vari motivi non mi è stato concesso di usufruirne, ho deciso di testare i prodotti di Huawei, dopo che anno dopo anno si sono fatti strada guadagnando sempre più posizioni nel mercato mondiale, divenendo i primi antagonisti di Samsung, minandone il monopolio.
Dopo un breve periodo iniziale di smarrimento generale dovuto alla diversitá dei dispositivi Huawei rispetto ai Samsung, ho iniziato ad apprezzarli, e fino a questo momento, dopo anni di utilizzo non ho riscontrato nessun problema nell'uso intensivo dello smartphone.
Quanto ho descritto sopra rappresenta un dato di fatto che caratterizza i dispositivi Samsung, avallata da una parentesi personale basata sulla mia reale pluriennale esperienza.

Per completare l'articolo posso affermare che l'unica pecca degna di nota riscontrabile sugli smartphone Huawe iriguarda la fotocamera. Pur essendo dotati di uno o più sensori fotografici di alto livello, che garantiscono una risoluzione di anche 40 mega pixel, permettono di scattare foto nel vecchio formato 4:3 e non a tutto campo come un 16:9 per esempio.
Per gli appassionati di fotografia che come mè utilizzano lo smartphone per scattare foto anche mentre si è in vacanza, questa limitazione rappresenta un grosso problema.
Al momento, anche sui telefoni Huawei di fascia alta, per scattate foto in formato 16:9 occorre ridurre la risoluzione a livelli inferiori.

Un  vero peccato, soprattutto considerando i notevoli investimenti messi in atto dai produttori di smartphone, nel campo della fotografia, introducendo anche fotocamere dotate di 3 e 4 obiettivi separati, al fine di migliorare la qualità degli scatti, ma soprattutto per porsi in vantaggio rispetto alla concorrenza, dotando i propri dispositivi di una marcia in più.



Mi auguro che i tecnici di Huawei comprendano tale grave limitazione e provvedano ad aggiornare il relativo software.
Quasi tutti gli smartphone Samsung consentono di ampliare il campo visivo della fotocamera su tutto il display del telefono, ottenendo in questo modo un formato equivalente a 16:9, pur essendo anch'essi dotati di sensore 4:3 nativo.

Un'alternativa per sopperire a questo problema consiste nello scaricare un App fotografica da utilizzare al posto di quella originale installata da Huawei.
In questo modo sará possibile sfruttare appieno tutte le funzionalitá del sensore ottico degli smartphone Huawei anche in formato full screen.
Un'ottima App gratuita per scattare foto, che ho testato e trovato veramente ottima, è CameraMX, che consente di utilizzare la fotocamera dello smartphone, a pieno schermo, in modalitá widescreen.



Dispone inoltre di molte caratteristiche tecniche e opzioni per l'elaborazione grafica delle immagini.
Per cui consiglio agli appassionati di non farsi scoraggiare da questo inconveniente, che, speriamo, Huawei ponga rimedio con un repentino aggiornamento del pacchetto software.







BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica
Sicurezza
Nessun commento
Torna ai contenuti