Cloud gratuiti - THE-MAX

Vai ai contenuti

Cloud gratuiti

INTERNET
Ormai il termine Cloud è entrato a far parte del vocabolario comune, e identifica un servizio di archiviazione dati presso server online a cui è possibile accedere tramite un account riservato.
Sempre più utenti, sia privati che professionisti, si affidano a questo servizio online per salvare i loro dati, sostituendo di fatto il tradizionale backup su unità fisiche locali.
Prima di analizzare i cloud gratuiti a cui puoi rivolgerti, ti espongo alcune nozioni utili a comprendere il funzionamento di un servizio di cloud storage.
Un disco o un'unità NAS rappresentano componenti hardware soggetti a rottura e furto, inoltre per potervi accedere in qualsiasi momento e da qualunque luogo è necessario mantenerli costantemente operativi e predisporre una VPN al fine di raggiungere i dati ovunque ci si trovi.


Il cloud storage
Sicuramente dal punto di vista di rotture o smarrimenti, affidarsi a un servizio di cloud storage garantisce una maggior sicurezza, soprattutto perché il salvataggio è interamente delegato a professionisti.
 
Ma una domanda sorge spontanea:
i nostri dati risulteranno veramente al sicuro presso un server online? In fin dei conti sono online e affidano la sicurezza solo a una password associata all'account registrato.
 
Sul discorso privacy e soprattutto sulla garanzia dell'inacessibilità ai dati da parte di personale non autorizzato, si è ampiamente discusso ma posso tranquillizzarti che fino a questo momento nessun servizio di cloud storage ha segnalato furti di dati o tentativi di accesso non autorizzati pericolosi al punto da mettere concretamente a rischio i dati dei clienti.
Dipende comunque dal livello di sicurezza implementato sul servizio di cloud a cui ci affidiamo.

Come funziona un cloud?
Qualsiasi servizio di archiviazione su cloud prevede la registrazione di un account da parte dell'utente, che gli consentirà di gestire lo spazio online a lui attribuito, caricando e condividendo i propri dati, dopo aver eseguito l'accesso tramite le credenziali personali.
È possibile accedere ai dati da qualsiasi dispositivo collegato in rete.
Il costo del cloud è legato allo spazio di archiviazione associato all'account e dipende soprattutto dalla qualità del servizio.




Un occhio alla sicurezza
Vista la struttura che lo caratterizza, qualsiasi servizio di cloud che si rispetti deve avvalersi di un livello di sicurezza più che adeguato. I dati dei clienti sono custoditi e protetti da imponenti e sofisticate strutture il più possibile isolate da potenziali interferenze esterne, allacciate a una linea elettrica indipendente che ne assicura il funzionamento anche in caso di blackout.
Inoltre sono scrupolosamente monitorate da potenti firewall di rete, e i dati dei clienti vengono costantemente backuppati su unità anch'esse indipendenti.

 
L'importanza della linea dati
Comprenderai che l'interazione con i dati online è vincolata alla velocità della linea tramite cui accediamo al servizio. Una buona linea basata su fibra ottica assicura una velocità e un'efficienza ben maggiore rispetto a una tradizionale ADSL.





Cloud gratuiti
Vediamo ora alcuni servizi di cloud gratuiti e analizziamo i pro e i contro rispetto a cloud più professionali.
La differenza sostanziale che sussiste tra un cloud gratuito e un servizio professionale risiede nelle risorse hardware messe a disposizione dell'utente, che prevedono una scalabilità in base alle reali necessità del cliente, e un servizio di assistenza sempre pronto a supportare l'utente in qualsiasi frangente.
 
Ma un altro fattore discriminante che caratterizza qualsiasi servizio di cloud storage è l'efficienza con cui i dati condivisi vengono mantenuti aggiornati sul server.
Questa condizione riveste un aspetto fondamentale per chiunque affidi al cloud la condivisione dei propri dati gestiti da più utenze.
 
I cloud gratuiti, ovviamente non presentano caratteristiche analoghe a quelle dei cloud a pagamento, più potenti, veloci, e affidabili, ma se ti accontenti delle loro prestazioni risparmierai un sacco di soldi. L'elemento più importante da considerare è la mole dei dati archiviati.
Se la necessità è quella di caricare online pochi file che non rivestono un'importanza cruciale a fini professionali, i cloud gratuiti sono l'ideale.
Se invece la mole di dati inizia a essere considerevole e ci si aapetta un'efficienza del servizio impeccabile, allora meglio orientarsi verso un servizio professionale.

 

CLOUD GRATUIT

Diversi fornitori di servizi cloud mettono a disposizione un piano base gratuito, e vari piani a pagamento più professionali, o per meglio dire
Vediamo alcuni tra i cloud gratuiti più conosciuti e utilizzati.

 
Chi non conosce Dropbox?
Il piano gratuito prevede uno spazio di 2GB, mentre la versione a pagamento ti mette a disposizione una capienza che parte da 1000GB ad un costo di 9,99€ al mese, fino a oltre 6000GB a 15€ mensili per ogni utenza registrata.

Altro conosciutissimo servizio utilizzato più che altro da un'utenza privata, Google Drive offre uno spazio di archiviazione gratuito più che generoso. Puoi contare infatti su 15GB per salvare i tuoi preziosi file.
 
Oltre a un piano gratuito dispone di diversi piani a pagamento.
La versione gratuita mette a disposizione dell'utente uno spazio di 5GB, mentre i piani a pagamento attualmente partono da una capienza fisica di 50GB al costo di 2€ al mese,  1000GB al costo di 7€ al mese oppure 69€ annui; infine puoi considerare 5000GB al prezzo di 10 € al mese o 99€ annui.

Ottimo servizio di cloud, offre 50GB di spazio  -  (200 GB a 4,99€ al mese  -  1000GB a 9,99€ al mese  -  4000GB a 19,99€ al mese  -  8000GB 29,99€ al mese)

Il cloud di casa Apple, prevede 5GB di spazio gratuito, con la possibilità di eseguire un upgrade a pagamento per ottenere una capienza maggiore.


Questi sono i principali servizi di cloud storage che anche gratuitamente, entro i limiti esposti, offrono uno spazio di archiviazione su cui appoggiarsi, ma naturalmente ne esistono anche altri meni conosciuti che puoi testare liberamente.
Credo che l'aspetto più importante, anzi prioritario, che occorre considerare in fase di valutazione del servizio, sia l'aspetto legato alla sicurezza dei dati.
Ma i servizi che ti ho elencato godono tutti di ottima reputazione e la loro affidabilità non è mai stata messa in dubbio.
Praticamente tutti i cloud storage dispongono di un sistema di criptatura dei dati; il più evoluto al momento è il cosiddetto "End to end" il quale assicura il massimo livello di sicurezza.
 
Funziona mediante una chiave derivata da informazioni contenute su dispositivi personali, di cui solo l'utente è a conoscenza. La stessa procedura che contraddistingue l'accesso all'home banking.
Anche in questo ambito l'accesso può essere gestito tramite un'autenticazione a due fattori: Password e Secure code, ed è anche possibile vincolare l'accesso ai dispositivi associati dall'utente stesso in fase di registrazione.
 
Ti esorto quindi a testare uno dei cloud gratuito sopra descritti e valutare la qualità del servizio sulla base dello spazio di archiviazione offerto.
Se necessiti di ulteriori chiarimenti in merito ai cloud gratuiti o a quelli professionali, non esitare a scrivermi.





TECNOWIDE INFORMATICA
Assistenza - Siti web
Videosorveglianza

Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0

Torna ai contenuti