Come collegare più router in cascata - THE-MAX

Vai ai contenuti

Come collegare più router in cascata

ROUTER
Hai l'esigenza di estendere la tua rete internet domestica? Bene devi sapere che non occorre cambiare il router già in tuo possesso, ma è sufficiente aggiungerne uno a quello già esistente, collegandolo in cascata.

Questa guida parla di come collegare due router in cascata, ma in realtà se lo scopo è quello di estendere la propria rete, esistono soluzioni molto più semplici che puoi adottare. Invece di un secondo router da configurare e collegare a quello principale, sarebbe molto più conveniente collegare uno switch di rete, con quante porte ti servono. In tal modo non dovrai operare la minima configurazione, poichè uno switch, una volta collegato ad una porta Lan del router riceve la configurazione della rete esistente e provvede a estenderla a sua volta agli altri dispositivi collegati.


Switch di rete a 4 porte


Ma ora vediamo quali accorgimenti adottare per collegare due router in sequenza, in modo da trasformare il secondo router in uno switch di rete a tutti gli effetti.
Per installare un secondo router è sufficiente collegare un cavo di rete che da una porta LAN qualsiasi del tuo router principale, vada a collegarsi a una porta LAN del router secondario. Qui terminano le istruzioni hardware, ma dobbiamo sportarci sulle istruzioni software adesso, per permettere al collegamento di funzionare.

Per far funzionare una rete basata su due router collegati insieme, occorre agire manualmente sulle impostazioni del router secondario affinchè la nostra rete internet subisca un'espansione; vediamo adesso su quali parametri agire.

Il DHCP del router
Il DHCP ovvero Dynamic Host Configuration Protocol è un protocollo che tutti i router integrano tra le loro funzioni, che ha lo scopo di assegnare automaticamente gli indirizzi di rete ai dispositivi collegati al router.
Di norma si tende a mantenere attivo il DHCP del router, in modo che questo attribuisca autonomamente un indirizzo IP ai vari computer e periferiche collegate alla nostra rete.
Nel caso del router secondario invece dobbiamo disattivare questa funzione DHCP, altrimenti quest'ultimo replicherebbe a sua volta il comportamento del router principale, creando due reti internet separate e distinte, mentre noi vogliamo semplicemente mantenere ed espandere la nostra rete originale.

Una volta collegato con un cavo LAN il router principale al secondo aggiuntivo, dobbiamo collegare quest'ultimo al computer tramite cavo di rete (LAN) e accedere alla sua pagina di configurazione.
Questa pagina amministrativa corrisponde a un indirizzo IP impostato di fabbrica, che può essere uno dei seguenti:

192.168.1.1, 192.168.0.1 oppure 192.168.1.254 nel caso dei router Fastweb.
Questo indirizzo è comunque sempre specificato sul retro oppure sotto al router stesso, scritto sopra ad una targhettina adesiva. Se non dovessi trovarlo è sufficiente recarti su Google e tramite una rapidissima ricerca reperirlo in base al modello del router in possesso.

Per reperire le informazioni relative al vostro IP, sia quello del router che del vostro computer, puoi recarti su START e digitare nel campo ricerca la parola cmd; si avvierà il prompt dei comandi dove dovrai digitare il comando ipconfig e premete invio; appariranno una serie di dati riportanti l'ip del tuo computer e quello caratterizzato dalla voce gateway corrisponderà all'ip del router:



Una volta entrati nella pagina di configurazione del tuo apparecchio, le istruzioni variano da modello a modello e da marca a marca, per cui risulta difficile dare istruzioni precise, ma i parametri da configurare sono i medesimi su ogni tipologia di router, possono solo variare leggermente in base alla disposizione delle pagine.

Dobbiamo trovare il parametro relativo all' HTCP e disattivarlo, inserire quindi manualmente un indirizzo IP del router, che dovrà essere in linea con quello del router principale.
Se per esempio il primo router ha per indirizzo 192.168.1.1, il secondo lo setteremo 192.168.1.10, variamo solo l'ultimo numero, quello dell' ultima serie di cifre, in modo da mantenere la medesima classe di rete, esattamente come se fosse un normale computer.
La subnet mask rimarrà sempre 255.255.255.0 e come gateway imposteremo lo stesso del router principale, 192.168.1.1
Come DNS metteremo 8.8.8.8 per i principali e 8.8.4.4 per i secondary (DNS di Google).

Se abbiamo svolto tutto correttamente dovremo poter collegare un computer o qualsiasi altra periferica di rete al router secondario e vederla condivisa in tutta la rete, anche con i computer collegati al router principale.

A volte può non essere così semplice ottenere il risultato, le variabili sono molte in base anche al tipo di router utilizzati, e se riscontrerai problemi collegando due router in cascata, ti consiglio di utilizzare uno switch di rete da collegare al primo router invece di un router secondario, e avrai risolto i tuoi problemi.





BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Torna ai contenuti