Come collegarsi a un pc da remoto - THE-MAX

Vai ai contenuti

Come collegarsi a un pc da remoto

RETE
Se sei interessato a collegarti in remoto a un qualsiasi computer posto a distanza, in questo articolo ti spiego ogni passo da seguire per effettuare un collegamento remoto tra due computer.

 
Cos'é un collegamento remoto
Per collegamento remoto si intende la possibilitá di eseguire operazioni su un pc a distanza, esattamente come se ci si trovasse di fronte a esso, per mezzo di un tunnel di rete tra le due postazioni.
 
Il termine tunnel forse non é appropriato, ma fa comprendere che si tratta di una connessione privata e unilaterale tra due computer distanti tra loro.
Sfruttando la linea di rete, ovvero internet, é possibile collegarsi e operare su un computer raggiungibile in rete mediante l'utilizzo di apposite applicazioni per la gestione remota.
 
Software per collegamenti remoti
Esistono in commercio diversi software per implementare connessioni remote, alcuni famosi e altri meno, come per esempio Team Viewer, AnyDesk e Supremo, tanto per citarne alcuni.
Il funzionamento su cui si basa un collegamento remoto é analogo per tutte le applicazioni remote; installandola su tutti i computer interessati, ad ogni postazione viene assegnato un numero identificativo con il quale stabilire la connessione.
Un pc lancia una richiesta di connessione e l'altra parte acconsente permettendo tale connessione.



 
Come collegarsi a un pc a distanza da remoto
Ricapitolando, se per qualsiasi motivo hai necessitá di collegarti ad un computer situato a distanza rispetto alla tua postazione, dovrai provvedere a installare la medesima applicazione remota su entrambi i pc.
L'installazione avviene in meno di un minuto e non occorre configurare nulla.
Penserá lei ad assegnare un numero identificativo alla postazione per poter aprire un collegamento, previa conferma del pc ricevente.
Prendereró in considerazione AnyDesk come applicazione remota, ma ripeto, la procedura di installazione e l'utilizzo sono analoghi per tutte queste applicazioni remote.
 
Rechiamoci sul sito di AnyDesk e scarichiamo l'applicazione sul computer:



Installiamo l'applicazione appena scaricata sul computer seguendo la breve procedura di installazione, dopodichè avviamo AnyDesk.
La grafica dell'applicazione remota si presenta chiara e semplice, quasi essenziale direi; sulla sinistra, sotto la dicitura "Questa scrivania" troviamo una serie di tre numeri, i quali corrispondono all'indirizzo remoto del nostro computer:



L'unico campo importante che ci interessa per eseguire un collegamento remoto, è quello all'interno della "Scrivania remota", perchè dovremo inserirvi l'indirizzo del computer a cui vorremmo accedere, premendo il tasto di colore verde, "Collegati":



Inserendo l'indirizzo del computer remoto a cui vogliamo collegarci, e premendo il tasto "Collegati" per avviare la connessione, sul pc remoto comparirà a video la nostra richiesta di collegamento, a cui l'utente dovrà acconsentire permettendoci di collegarci. Senza il suo consenso infatti il collegamento remoto non potrà avvenire; almeno non senza aver agito su determinati parametri.

AnyDesk tiene anche traccia dei recenti collegamenti eseguiti, in modo da rendere più semplice e immediato un eventuale ricollegamento:




Come collegarci ad un computer remoto senza attendere l'autorizzazione
Con AnyDesk è anche possibile collegarsi ad un dispositivo remoto senza che si renda necessario attendere il consenso alla connessione da parte dell'utente remoto.
Ampiamente utilizzata per lo svolgimento del lavoro in modalità Smart Working, è possibile infatti attribuire una password fissa da digitare all'atto del collegamento.

Per accedere alla sezione relativa a questa procedura di sicurezza, occorre cliccare su "Imposta password per accesso non vigilato", posto sotto al nostro indirizzo di scrivania:



All'interno della scheda "Sicurezza" dovremo spuntare la casellina corrispondente all'accesso interattivo Consenti sempre, e applicare una password di accesso per garantire l'autenticità del collegamento:



La password garantisce la connessione per l'accesso non vigilato: ovvero potrai collegarti a quel determinato computer anche senza la presenza di un utente fisicamente sul posto, che acconsenta manualmente alla tua richiesta di connesione.
L'unico fattore essenziale per svolgere l'operazione ovviamente, è che il computer a cui collegarsi sia acceso e operativo:




Per quanto riguarda l'utilizzo di AnyDesk al fine di ottenere un collegamento remoto tra due computer, quanto descritto sopra rappresenta tutto quello che c'è da sapere.
Ma giusto per puntualizzare e darti un'informazione aggiuntiva, durante la fase di predisposizione delle condizioni per eseguire un collegamento remoto con accesso non vigilato, ovvero all'indirizzo di una postazione non presidiata, in stile Smart Working per intenderci, ti consiglio, di svolgere un paio di operazioni preventive sul pc a cui prevedi di collegarti in futuro.

Ovviamente tale computer deve necessariamente rimanere acceso per poter essere raggiunto da remoto, per cui non dovrà mai essere spento.
A parte questa puntualizzazione scontata, c'è un altro particolare da verificare.
Devi accertarti che sul computer in questione non sia abilitata alcuna condizione di risparmio energetico.  

Windows dispone all'interno del proprio pannello di controllo, di una sezione dedicata al risparmio energetico. In tale sezione è possible stabilire dopo quanto tempo il computer e il monitor devono "scollegarsi" dal sistema, entrando in uno stato di ibernazione atto a ridurre quasi totalmente l'attività della macchina.
Questo stato di sospensione dell'attività del computer quasi certamente inibirà il funzionamento dell'applicazione remota, vanificando il tentativo di connessione.

Dai un'occhiata a questa pagina per approfondire l'argomento: "Il risparmio energetico di Windows".





TECNOWIDE INFORMATICA
Assistenza - Siti web
Videosorveglianza

BORACINO.COM
Videosorveglianza
Sicurezza - Informatica

Sicurezza
Nessun commento
Torna ai contenuti