Come estendere una rete domestica - THE-MAX

Vai ai contenuti

Come estendere una rete domestica

RETE
Siete interessati ad ampliare la vostra rete domestica?
Volete estendere la portata del segnale wi-fi?
Benissimo, vediamo come fare e quali strumenti abbiamo a disposizione.

Partendo dalla tipologia base di una rete, che sia domestica o aziendale poco importa, questa sarà composta da un router e dai vari terminali quali computer stampanti dispositivi mobili, ecc. tutti collegati alla medesima rete fornita dal router.

Ad un router standard è possibile collegare via cavo al massimo quattro unità, essendo dotato di quattro porte LAN.

Poi grazie al segnale wi-fi possiamo collegare quanti apparati vogliamo, a patto di essere raggiunti da un segnale abbastanza forte e stabile.
Dal segnale WI-FI dipendono la qualità e la velocità della connessione; un

Generalmente il segnale wireless dei router è operativo in un raggio che va dai 15 ai 50 metri, a seconda del tipo di potenza, e dipendentemente dalla morfologia dell'ambiente in cui è locato.



Come ampliare una rete  
Esiste più di un sistema per ampliare una rete; Possiamo estenderla fisicamente attraverso cavi di rete, come anche intervenire sul segnale wi-fi, potenziandolo o estendendo la sua portata.


Estendere una rete con cavi e switch di rete
Rappresenta il sistema più sicuro in quanto garantisce piena efficienza senza perdere potenza di banda (entro alcune centinaia di metri).
Ovviamente occorre che le circostanze permettano di collegare i cavi di rete e che consentano di farlo senza deturpare troppo l'ambiente.
Il metodo migliore e più semplice, che chiunque può svolgere senza che sia richiesta alcuna competenza, per estendere una rete LAN è servirsi di uno o più switch di rete.
Un router è dotato di quattro porte di rete LAN; quindi teoricamente sono possibili solo quattro collegamenti verso unità esterne.

Utilizziamo solo tre porte LAN per i nostri collegamenti, e alla quarta porta colleghiamo uno switch di rete.
Le porte disponibili sullo switch non costituiscono un problema in quanto è possibile incrementarle aggiungendo altri switch collegati in cascata.

Utilizzando uno switch di rete occorre solo collegare i cavi LAN senza la necessità di dover impostare alcun parametro. Basta inserire i cavi e la rete funziona, poichè l'assegnazione degli indirizzi di rete avviene in automatico.



Estendere una rete WI-FI
Oltre all'impiego di switch e cavi LAN è possibile ampliare una rete sfruttando il segnale wi-fi del router.

Anche in questo caso si potrebbe posizionare un router secondario ad una certa distanza dal primo, che collegheremo via cavo, ma esiste una soluzione molto più semplice: utilizzare un ripetitore wi-fi.



Un ripetitore wi-fi è un piccolo dispositivo che estende il segnale del router principale e ne estende la copertura.
Esistono in commercio molti router che possono funzionare in modalità repeater (ripetitore) ovvero possono fungere da semplici ripetitori del segnale wi-fi di un altro apparato, abbandonando il loro originale ruolo di router.

Il tipo di ripetitore di cui voglio parlarvi consiste in un piccolo dispositivo da inserire in una qualsiasi presa elettrica, da cui riceve l'alimentazione e a sua volta espande il segnale wireless che rileva dal router principale. Il loro funzionamento è completamente automatico, e ci si collega ad essi tramite la stessa password di accesso della rete impostata sul router.
Rilevano la rete esistende e ne estendono la copertura, mantenendone inalterate la struttura e le caratteristiche.
In tal modo è possibile collegarsi ed usufruire di tutte le risorse condivise, come file, cartelle e stampanti.
Il loro impiego risulta molto comodo in quanto per estendere la propria rete, non occorre l'impiego di nessun cavo,
che potrebbe risultare complesso posizionare e in molti casi antiestetico.
Sebbene una rete basata su cavi LAN risulti più stabile ed efficiente, anche l'utilizzo di ripetitori wi-fi rappresenta un'ottima soluzione, l'importante è posizionarli ad una distanza dal router non eccessiva, in modo tale da ricevere pieno segnale.




In commercio esistono dei kit proprio per svolgere la funzione di ampliamento di una rete principale, chiamati sistemi mesh.

Alcuni sistemi mesh, come anche i recenti ripetitori wi-fi da presa, sono predisposti per funzionare sia con la frequenza dei 2.4 MHz che con quella di 5 MHz.

Per ricevere informazioni più dettagliate sulle frequenze WI-FI leggete questo breve articolo.

Una rete Mesh si basa sul segnale wireless fornito da vari ripetitori disposti nei vari locali di un ambiente eliminando le zone cieche.
Questi kit sono composti da una base collegata al nostro router da cui riceve il segnale, per estenderlo ad altri dispositivi satellite posizionati in aree circostanti, in modo tale da ricevere una piena potenza di segnale e distribuirla a loro volta.
Il loro funzionamento si basa su un'architettura Peer to Peer.

Alcuni sistemi Mesh comunicano con il router attraverso la banda standard dei 2.4 MHz, oppure quella da 5.0 MHz, (i comuni dispositivi Range Extender di cui sopra), ma i dispositivi Mesh di ultima generazione comunicano tra loro mediante una banda radio dedicata, migliorando sia la poratta del segnale che la qualità della connessione in termini di stabilità.




Esistono in commercio varie tipologie di apparati Mesh, contraddistinti in base alla portata della copertura del segnale, della velocità e del prezzo.
Alcuni di essi, come per esempio Google Wi-fi sono in grado di estendere il segnale in ambienti molto estesi.





BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica
Sicurezza
Nessun commento
Torna ai contenuti