Come partizionare il disco fisso - THE-MAX

Vai ai contenuti

Come partizionare il disco fisso

WINDOWS
Se sei intenzionato a partizionare il disco del tuo computer, non posso che condividere questa tua scelta, infatti come ho sempre sostenuto, sono molto favorevole alla suddivisione di un disco in più parti, per separare l'unità C: dal resto dei dati.



Vediamo ora come fare per partizionare un disco secondo scenari differenti, sia in fase di installazione del sistema operativo, che successivamente a computer già installato.
Partizione del disco significa suddividere lo stesso in più partizioni distinte, ognuna contrassegnata da una lettera di identificazione.
Se per esempio sul computer disponiamo di un solo hard disk, ovvero un disco C: con capienza di 1TB, su cui abbiamo installato e archiviato tutto quanto, una volta partizionato potremmo disporre per esempio di C: e D: entrambi con dimensioni pari a 500 GB (in realtà la reale capienza disponibile è sempre inferiore poichè il sistema operativo ne riserva una parte per la sua gestione operativa).
Partizionare il disco principale del computer, quello su cui viene installato il sistema operativo, risulta vantaggioso in caso si verifichino dei problemi al sistema e vengano compromessi dei file, rendendoli inutilizzabili.

Solitamente, fatta eccezione per i guasti dovuti a rotture meccaniche del disco, l'unità a maggior rischio è sempre la C:, per questo motivo raccomando sempre di archiviare tutti i dati su una partizione differente, e mantenere su C: solo il sistema operativo, i driver ed i programmi installati.
In tal modo se dovesse verificarsi un problema ed il sistema risultasse danneggiato o Windows non riuscisse ad avviarsi a causa di alcuni file corrotti, potremo eseguire una nuova installazione senza preoccuparci dei nostri file personali, archiviati su un'altra partizione.

Come partizionare il disco
Partiamo dal presupposto di dover eseguire un'installazione da zero su un disco nuovo.
Per installare il sistema operativo potete consultare questa guida pratica e risolutiva.
In fase di installazione di Windows, durante la procedura iniziale, dovremo indicare presso quale spazio intendiamo installare il sistema.
Nel caso non dessimo alcuna direttiva potremo confermare l'installazione sull'unità che il sistema rileva come primaria, qualunque sia la sua dimensione espressa in MB (mega byte).
Anziché confermare mantenendo le impostazioni di default, eliminiamo, nel caso ve ne fossero, qualsiasi spazio, allocato o meno, in modo di ottenere uno scenario con un'unica voce:



In seguito possiamo procedere alla creazione delle nostre partizioni.
Il dimensionamento va adattato in base alla capienza del disco installato; consiglio di configurare la partizione primaria, ovvero C:, attribuendogli non più di 250 Gb, spazio ampiamente sufficiente anche per computer adibiti ad uso professionale, dotati di applicazioni e programmi di un certo peso. In ogni caso potrai sempre ampliarma in un secondo momento, a pc installato.
A fronte di ciò, avendo a disposizione un disco di 1 TB (1000 GB) potremmo suddividerlo in tre partizioni, una primaria da 200 GB e altre due da 400 GB ciascuna.

Una volta eliminato ogni precedente partizione esistente, ti basterà premere sul tasto "Nuovo" per crearne un nuovo spazio all'interno del disco, e impostare la capienza della partizione a tua discrezione, tenendo presente la capacità complessiva del disco:



Poco importa la versione della lingua; anche se dovessi utilizzare un dvd in lingua inglese, la prassi da seguire è la medesima e risulta chiara anche se non in lingua italiana:






Suddividere un disco già installato, in più partizioni senza dover reinstallare il sistema operativo
Vediamo ora il caso non cui a dover essere partizionsto sia un fisco di sistema già installato e operativo.
Ovviamente a condizione che vi sia dello spazio libero disponibile sul disco.
Supponiamo di aver installato un unico disco da 1 TB come unità C: e ne abbiamo occupato solo 300 GB.
La nostra intenzione sarà quella di creare una seconda partizione di circa 500 GB, mantenendo l'unità C: con una capienza teorica di altrettanti 500 GB.

Eseguiamo ora una prova pratica andando a creare una nuova partizione all'interno di uno spazio già attivo, dopo averlo ridotto, partendo da una condizione come quella illustrata di seguito:


Disponiamo di un disco C: costituito da una memoria SSD M.2 da 512 GB; proviamo a ridurre la partizione primaria di 100 GB per poi inserire al suo interno una seconda partizione di appunto 100 GB.

Avviamo il nostro computer e attendiamo che Windows abbia terminato di caricare tutte le sue applicazioni. Dopodiché individuiamo l'icona "Questo Pc" con Windows 10 oppure "Computer" con Windows 7, selezioniamola con il tasto destro e clicchiamo su "Gestisci" oppure "Gestione":



Selezioniamo quindi la voce "Gestione disco" dove risiedono tutti i parametri relativi ai supporti di archiviazione, come appunto i dischi fissi collegati al pc:



In alternativa, se preferiamo possiamo digitare "gestione disco" direttamente nella barra di ricerca:



In gestione disco troviamo tutti i dati relativi a dischi e partizioni, dove possiamo attribuire le lettere di identificazione alle varie unità collegate e anche, come nel nostro caso, ridurre una partizione per poterne inserire una seconda.
Per creare una partizione secondaria all'interno del nostro disco, sfruttando lo spazio libero non utilizzato, dobbiamo prima provvedere a ridurre la partizione primaria, cioè l'unica esistente che occuperà la totalità della capienza del disco; per cui selezioniamo la partizione che intendiamo ridurre, con il tasto destro e premiamo sulla voce "Riduci volume":


Dobbiamo indicare la quantità di spazio che intendiamo ridurre esprimendosi in MB; per esempio se vogliamo ridurre la partizione di 500 GB, dobbiamo indicare 500000:



Una volta indicata la quantità di MB da "togliere" allo spazio già esistente, confermiamo premendo il tasto "Riduci" e attendiamo che il sistema adegui le nuove disposizioni.
Alla fine del processo ci troveremo la nostra precedente partizione ridotta a 500 MB circa (sempre un po' meno in realtà) ed uno spazio di 500 MB non allocato, ovvero disponibile ma non ancora utilizzabile, in quanto non riconosciuto dal sistema.
Quindi la cosa che dovremo fare adesso è rendere questo spazio "vuoto" accessibile al sistema, convertendolo in una nuova partizione.
Selezioniamo l'area non allocata con il consueto tasto destro del mouse e selezioniamo la voce "Nuovo volume semplice":



Procedendo e lasciando invariati i settaggi, automaticamente il sistema attribuirà alla nuova partizione tutto lo spazio disponibile:



Proseguendo si aprirà la seguente finestra dove possiamo assegnare alla nuova unità la lettera che preferiamo tra quelle disponibili:



Selezioniamo per esempio la lettera L da attribuire alla nostra partizione secondario del disco principale; clicchiamo su "Avanti" per procedere al passo successivo in cui il sistema richiederà la formattazione della nuova locazione:



Proseguendo ancora, ecco che la locazione precedentemente contrassegnata come "Non allocata" è stata ora rimpiazzata con una partizione regolarmente formattata dal sistema operativo, che secondo le nostre preferenze, abbiamo contrassegnato con la lettera L:



Assegnata la lettere di identificazione alla nuova partizione, vedremo che questa apparirà in esplora risorse di Windows e sarà disponibile per essere utilizzata:



Nel caso contrario in cui volessi eliminare una partizione, dovrai cliccarla come in precedenza con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Elimina volume"; dopodichè potrai estendere la partizione adiacente per tutto lo spazio disponibile occupato in precedenza dalla partizione eliminata; sempre con il tasto destro del mouse clicca suu "Estendi volume":



Estendendone il volume, questa partizione si estenderà occupando lo spazio precedentemente occupato dalla partizione che hai eliminato.
Ecco fatto ora sai anche come creare una nuova partizione all'interno di un disco già installato sul computer.





TECNOWIDE INFORMATICA
Assistenza - Siti web
Videosorveglianza

BORACINO.COM
Videosorveglianza
Sicurezza - Informatica

Sicurezza
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Torna ai contenuti