Come virtualizzare un server aziendale - THE-MAX

Vai ai contenuti

Come virtualizzare un server aziendale

COMPUTER
Sempre più aziende scelgono di avvalersi di server virtuali per gestire la propria rete informatica. Ma cosa significa esattamente virtualizzare una rete?
 
In questa guida ti spiegherò in modo chiaro e dettagliato questo concetto così che alla fine tu non abbia più il minimo dubbio al riguardo.
 
I principali vantaggi offerti dalla virtualizzazione consistono in primis nel servirsi di un solo computer per gestire più sistemi operativi contemporaneamente, che tradotto in termini economici consente un notevole risparmio a livello di componenti hardware, poichè non si renderà necessario l'acquisto di un pc server dedicato, ma basterà un computer dotato di una potenza adeguata, per un utilizzo multifunzionale, per gestire oltre al pc in questione, anche il server virtuale e volendo anche altri sistemi, sempre virtuali.
Inoltre con un sistema di questo tipo, essendo virtuale, è possibile modificare e adattare le risorse hardware in ogni momento semplicemente agendo a livello software: se mi occorre più memoria RAM ne aumenterò la quantità, se mi occorre più spazio su disco aumenterò la capacità di spazio a disposizione. Tutto questo agendo sul software, non aprendo il case del pc fisico e aggiungendo o sostituendo i componenti, come invece avverrebbe su un server hardware.

Per la licenza del sistema operativo invece, quella andrà regolarmente acquistata come se si trattasse di una normale installazione su una macchina hardware.

 
Dopo aver chiarito il concetto di virtualizzazione spiegando dettagliatamente di cosa si tratta in questo articolo "Cos'è la virtualizzazione", procedo proponendo l'esempio della creazione di un sistema server aziendale basato sul sistema operativo Windows server 2012, al fine di creare un'infrastruttura di rete professionale basata su server e client.

Per svolgere tale operazione avremo bisogno di un computer fisico di potenza adeguata, di una copia in formato ISO del sistema operativo Windows server 2012, di un software di virtualizzazione come Vmware, e di almeno un pc che funga da client.
 
  • Computer operativo, che ospiterà il sistema virtuale
  • Copia in formato ISO del sistema virtuale Windows Server 2012
  • Software di virtualizzazione VMware Workstation
  • Uno o più pc client
 

Iniziamo
Innanzitutto chiariamo il concetto che quando sentiamo parlare di server, significa che siamo in presenza di un'infrastruttura di rete posta sotto dominio, ovvero all'interno di una rete in cui sono configurati uno o più pc server e altri pc client, i quali sono soggetti a regole e restrizioni imposte dal server. Una rete di questo tipo è sempre gestita mediante un
sistema operativo Windows Server.

Ora per prima cosa dovrai procurarti una copia, possibilmente in versione ISO del sistema operativo Windows Server 2012 (esempio del nostro caso).
Puoi procurartene una copia scaricandola gratuitamente da internet; sono molti i siti ufficiali e non, che ne propongono il download. Un esempio è il sito di Microsoft che trovate a QUESTO LINK.


Secondariamente dovrai scaricare su pc il software di virtualizzazione adatto, di VMware dal suo sito ufficiale:

 
Dalla home page del sito di VMware clicchiamo sul tasto "Download" posto a centro pagina, come riportato in figura, e accediamo alla sezione download di tutti i prodotti della casa. In alternativa cliccate questo link per accedere direttamente alla medesima sezione Download del sito web:



Una volta giunto nell'area relativa al download di tutti i prodotti VMware, scorri la pagina fino a giungere alla sezione "Desktop & End-User Computing" per trovare l'applicazione adatta per la creazione di un server aziendale. L'applicazione che ci interessa si chiama VMware Workstation Player e dovrai scaricarla sul computer cliccando il link del download posto a destra.
Puoi scegliere di scaricare anche VMware Workstation Pro, la quale incorpora maggiori opzioni di configurazione rispetto alla versione Player.

Una volta terminato il download del file installer sul computer che fungerà da SERVER, cliccalo per procedere all'installazione di VMware Workstation sul computer.
 

Una volta installato il software siamo praticamente pronti per creare il nostro server aziendale basato su piattaforma virtuale.
Avviamo VMware Workstation cliccando l'icona del programma appena installato , attualmente giunto alla versione 15.5 e analizziamo l'interfaccia del software, che risulta piuttosto semplice e intuitiva:

 

Ora, nell'esempio riportato noterai sulla parte sinistra dell'immagine, che vi sono già delle macchine virtuali esistenti; questo perchè le ho già create precedentemente, per cui immagina che l'elenco sia vuoto e non vi sia riportato alcuna dicitura. Quello che dovrai fare adesso è cliccare sul tasto a destra "Create a New Virtual Machine":


Ti riporterà una finestra nella quale ti chiederà di selezionare il file ISO da installare, che corrisponderà al file del sistema operativo Windows Server che hai appena scaricato sul pc. Per cui clicca sul tasto "Browse..." e indica il percorso del file per procedere all'installazione:


Segui tutta la procedura di installazione finchè questa non è stata portata a termine. Una volta terminata noterai che la tua nuova macchina virtuale comparirà nella parte di sinistra della finestra di VMware Workstation:



Benissimo, ora non resta che selezionare la nostra macchina virtuale, semplicemente selezionandola e premendo poi il tasto a forma di freccia di colore verede, oppure eseguendo un doppio click sulla macchina, che corrisponderà esattamente ad un reale sistema operativo installato su un pc hardware.
Per eventualmente modificare le impostazioni hardware di una macchina gia creata, magari per assegnargli maggior potenza a livello di RAM, piuttosto che aumentare la capacità del disco, o altre operazioni, devi selezionare la macchina virtuale sul lato sinistro e poi cliccare sul tasto "Edit virtual machine setting", il quale ti aprirà la console della macchina in questione da dove potrai modificarne le caratteristiche:



Questa rappresentata in figura rappresenta la consolle relativa a tutte le impostazione di una macchina virtuale esistente, dalla quale puoi modificare i parametri per meglio adeguarla alle esigenze. Se pensi di avergli attribuito un livello di risorse troppo elevato, puoi diminuirlo, se invece risulta inadeguato, puoi incrementarlo:



Una volta terminata l'analisi delle caratteristiche ed eventualmente adeguato il sistema, premi su "OK" per chiudere la consolle di impostazione.
Nel caso del nostro esempio, ora dalla maschera di VMware Workstation ora esegui un doppio click sul sistema operativo "Windows Server 2012" per avviare finalmente l'applicazione che ti consentirà la gestione completa di un'infrastruttura informatica aziendale, basata su server e client:



Ed ecco che ora hai a disposizione il sistema operativo Windows Server 2012, che ti consentirà di creare gruppi e utenti amministrativi, assegnando criteri e restrizioni in base alle esigenze aziendali. Ora spetta a te imparare ad utilizzare e padroneggiare questo sofisticato sistema operativo, al fine di operare in sicurezza e tranquillità, gestendo i vari pc della rete nel ruolo di amministratore.
In strutture informatiche aziendali è prassi comune posizionare un firewall fisico a monte della linea, subito prima del router principale, da cui poi partiranno tutti i collegamenti di rete. Solitamente questi firewall vengono asseganti dal provider a cui ci si è rivolti, altrimenti occorrerà provvedere consultanto un professionista del settore.




TECNOWIDE INFORMATICA
Assistenza - Siti web
Videosorveglianza

BORACINO.COM
Videosorveglianza
Sicurezza - Informatica

Sicurezza
Nessun commento
Torna ai contenuti