Condividere dati a distanza - THE-MAX

Vai ai contenuti

Condividere dati a distanza

RETE
La condivisione di dati tra pc appartenenti a reti differenti, poste ad una certa distanza tra loro, ha sempre costituito una sorta di ostacolo, ma con le moderne tecnologie che abbiamo a disposizione, questa operazione non rappresenta più un problema.
Se anche tu devi condividere dei dati tra casa tua e la sede di lavoro oppure tra due uffici collocati in città diverse, allora probabilmente ti starai chiedendo quale sia la miglior soluzione da adottare.
 
Bene, devi sapere che per condividere senza problemi una mole anche considerevole di dati, a distanza, tra due sedi non collegate in alcun modo tra loro, hai a disposizione solo due alternative: servirti di una VPN oppure affidarti ad un Cloud.
 Leggi l'articolo dedicato al funzionamento dei Cloud



Condividere dati tra due reti con una VPN

Una VPN crea un ponte di collegamento tra due reti, indipendentemente dalla distanza a cui si trovano, permettendo di condividere tutte le risorse collegate alle medesime reti, sotto una terza rete virtuale, che mette in comunicazione tra loro le risorse condivise.
 
Una VPN Virtual Private Network presenta diversi vantaggi: primo fra tutti garantisce un alto livello di sicurezza poiché oltre ad assegnare un indirizzo IP virtuale camuffando quello originale, una VPN utilizza una crittografia di livello avanzato che protegge i dati durante la trasmissione.
 
In tal modo risulterebbe estremamente complicato leggere i dati anche nel remoto caso che questi vengano intercettati.
 Infatti una connessione di questo tipo consente di approcciarsi sul web in completo anonimato e non è soggetta a blocchi e restrizioni di alcun tipo da parte di enti governativi o dall'ISP telefonico.



Il secondo vantaggio è che tramite una VPN è possibile condividere risorse di rete tra due sedi separate, indipendentemente dalla distanza. Questa operazione risulta fattibile poiché la VPN crea una propria rete virtuale che fa da ponte tra gli indirizzi di rete delle due postazioni, assegnando al collegamento un proprio indirizzo IP di riferimento, del tutto differente da quello delle reti originarie.
 
Questo espediente fa si che le risorse di rete quali computer, dischi fissi, stampanti e quant'altro possano essere condivise tra le due estremità di questo ponte virtuale creato dalla VPN.
 
Forse si potrà incorrere in un impercettibile rallentamento durante l'accesso alle risorse condivise, ma ciò dipende prevalentemente dalla qualità della connessione.
La soluzione migliore per installare la VPN tra due sedi, è quella di servirsi di router predisposti per configurare una VPN, in questo modo qualunque dispositivo di rete collegato ai router verrà automaticamente condiviso.
 
In alternativa è possibile scaricare l'applicazione del servizio VPN a cui ci si è rivolti, su un singolo computer, e utilizzare le credenziali del proprio account di registrazione per utilizzare il servizio; operazione molto utile questa, nel caso si abbia necessità di interagire con i propri dati anche fuori sede, tramite un notebook o anche dallo smartphone.   


Come installare una VPN

Una VPN è un servizio erogato da un fornitore.
Per cui per installare una VPN occorre registrare un account presso uno dei tanti servizi di VPN, che a parte qualche eccezione sono tutti a pagamento.
Una volta creato un account personale potrai disporre dei parametri di configurazione per creare la tua rete privata.
Inserendo tali parametri nelle impostazioni del router o tramite l'applicazione software da installare sui pc, potrai accedere ai tuoi file da qualunque parte ti trovi.

 
VPN GRATUITE
Una considerazione importante che voglio sottolineare quando si sta valutando a quale servizio VPN affidarsi, riguarda la qualità e la sicurezza offerta.
 
A chi non piacerebbe ottenere un servizio gratuitamente? Infatti spesso le soluzioni gratuite sono quelle più riscontrano maggior successo tra gli utenti.

Ma voglio metterti in guardia.
Trattando VPN posso garantirti che difficilmente un servizio gratuito potrà offrirti prestazioni e sicurezza al pari di una VPN a pagamento.
Da quanto è emerso da specifici test, quasi tutte le VPN gratuite presentavano infezioni da malware.
Inoltre non sono in grado di assicurare una protezione adeguata dei dati.
 
Scegliere una VPN gratuita "potrebbe" condurti a un risultato diametralmente opposto rispetto al motivo che ti ha spinto a servirti di una VPN.

 
Se da una VPN ti aspetti un'elevata sicurezza, un servizio gratuito potrebbe rivelarsi letale.
Ma tutto naturalmente dipende dall'importanza che dai ai tuoi dati.
Inoltre una VPN a pagamento a differenza di una gratuita, riesce anche a bypassare i blocchi geografici legati all'IP.



Condividere dati tramite Cloud
Il Cloud è un servizio sempre più diffuso e in continua evoluzione.
Cos'è un Cloud? Si tratta di un servizio di archiviazione e condivisione di dati che sfrutta le potenzialità del web.
I tuoi dati saranno salvati presso server virtuali accessibili online da qualunque pc o dispositivo mobile connesso a Internet.
Dopo aver aderito a uno dei tanti servizi di cloud esistenti, tramite la registrazione di un account personale, potrai disporre dello spazio web acquistato, o meglio noleggiato, e caricarci i tuoi dati.
Chiunque disponga dei permessi di accesso al server, potrà accedere ai dati archiviati online.
 
Principali servizi di cloud storage
I professionisti del mestiere sanno che praticamente tutti i più noti servizi di hosting web, quali ServerPlan, Aruba, Register, Siteground e molti altri, si sono adeguati e offrono il cloud storage come soluzione per l'archiviazione dati.
In alternativa esistono altri cloud indipendenti, quali OneDrive, Google Drive, DropBox o Mega, tanto per citarne alcuni.
Sui rispettivi siti potrai valutare i piani che meglio si addicono alla tua esigenza.
Spesso questi cloud dispongono anche di un piano base completamente gratuito.
Questi cloud secondo il mio modesto parere non possono definirsi professionali se paragonati ad AWS di Amazon o ad altri servizi di cloud privati.
Ma sicuramente risultano molto più economici e riescono ad accontentare la maggior parte degli utenti in fatto di costi e prestazioni.

 
Condivisione di dati sul cloud
Per poter condividere i dati presenti sul cloud tra diversi computer e dispositivi, ovunque ci si trovi, è necessario accedere alla piattaforma online del cloud da ogni postazione e il servizio provvederà a sincronizzare i dati condivisi mantenendoli costantemente aggiornati.
Soprattutto all'inizio, appena aderito al servizio, è facile riscontrare ritardi nell'aggiornamento dei file sui diversi dispositivi.
Anche il cloud basa il suo funzionamento su un elevato standard di sicurezza, altrimenti il servizio non avrebbe motivo di esistere.
 
La condivisione dei dati è protetta da specifici algoritmi crittografici e l'accesso all'account è può essere impostato e gestito secondo le esigenze del cliente, che può determinare quanti e quali utenti hanno accesso ai dati.





TECNOWIDE INFORMATICA
Assistenza - Siti web
Videosorveglianza

Sicurezza
BORACINO.COM
Videosorveglianza
Sicurezza - Informatica

Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Torna ai contenuti