Cosa sono i DNS e a cosa servono - THE-MAX

Vai ai contenuti

Cosa sono i DNS e a cosa servono

INTERNET
Cosa sono i DNS?
Questa è la domanda che molto spesso mi sento rivolgere da molti utenti, i quali nonostante utilizzino il pc e si connettano quotidianamente su internet, non hanno la minima idea di quale funzione svolgano i DNS.

Cosa sono i DNS

Il termine DNS sta per Domain Name System e consiste in un servizio che ha lo scopo di assegnare i nomi agli host di rete.
Se possiamo collegarci a un qualsiasi sito web digitandone semplicemente il nome, lo dobbiamo ai DNS.
Vediamo ora di rendere un più comprensibile questo concetto.

Che funzione svolgono i DNS

Internet basa il suo funzionamento sugli indirizzi di rete.
Ogni sito web risponde a un proprio indirizzo IP che lo identifica in modo univoco all'interno del world Wide Web, ovvero internet.
Google per esempio risponde all'indirizzo 142.251.33.67
Mentre l'indirizzo IP pubblico di The-max è 185.81.2.18

Originariamente per accedere a un sito web occorreva digitare il suo indirizzo IP.
Successivamente grazie all'introduzione del servizio DNS, è stato possibile associarebtale indirizzo a un nome.
Puoi semplicemente digitare google.it senza doverti ricordare a memoria l'indirizzo di rete.

I DNS trasformano l'indirizzo IP di un sito, in un nome, il quale risulta molto più facile da ricordare; pensa doverti ricordare gli indirizzi di rete di diversi siti. Sarebbe impossibile. Associando invece tale indirizzo a un nome, tutto risulta più semplice.

Il servizio DNS converte la sequenza di numeri nel nome del sito al fine di agevolare la navigazione.


I DNS vengono forniti dal provider della linea, oppure impostati da chi gestisce il contratto.
I DNS sono dei valori numerici molto simili all'indirizzo di rete, che se gestiti automaticamente dal DHCP del router cons3ntono la corretta navigazione, ma se impostati manualmente devono corrispondere a un servizio attivo e funzionante.



Aggirare il blocco causato dai DNS
In molte circostanze il servizio DNS viene utiliizzato per bloccare l'accesso a determinati siti web o addirittura per impedire la navigazione.
Infatti molti enti, inclusi i governi, possono decidere di bloccare siti web che trattano contenuti giudicati non idonei con il regime vigente; basti pensare ai contenuti pornografici vietati dal governo cinese, oppure il frangente in cui lo stato blocca la visualizzazione di siti web che propongono la visualizzazione in streaming di incontri sportivi o piattaforme di download e condivisione, i quali olano i diritti dell'autore.



Come aggirare i blocchi DNS

Per aggirare i blocchi attivati a livello di DNS, occorre sostituire i valori attuali con altri idonei alla navigazione e non soggetti a restrizioni.
Quando un regime governativo inibisce la navigazione di determinati siti web, lo fa a livello nazionale, tramite i principali provider quali Telecom, Vodafone, Wind e Fastweb.
Questi fornitori di linea intervengono impostando restrizioni tramite i server DNS oppure bloccando l'indirizzo IP dei siti incriminati.

Il blocco DNS è facile da aggirare. Basta sostituire i server attuali con altri esterni.
Esistono server DNS privati che oltre a non essere soggetti a restrizioni consentono, in linea di massima, di navigare ad una velocità maggiore e possono garantire un livello di privacy superiore. Non sempre i server del fornitore della linea corrispondono alla soluzione migliore.
Due servizi DNS che puoi liberamente utilizzare sono quelli di Google o di Cloudflare.

DNS GOOGLE
8.8.8.8   Server primario
8.8.4.4   Server secondario


DNS CLOUDFLARE
1.1.1.1   Server primario
1.0.0.1   Server secondario



Sostituendo i server DNS impostati sul tuo pc non sarai soggetto a eventuali resteizioni o censure di alcun tipo.












Condividi FOTO e VIDEO
Carica gli album delle
tue vacanze
Condividi FOTO e VIDEO
Carica gli album delle tue
vacanze
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Torna ai contenuti