Disco esterno chiede di essere formattato - THE-MAX

Soluzioni informatiche Guide online Videosorveglianza
Soluzioni informatiche Guide online Videosorveglianza
Vai ai contenuti

Disco esterno chiede di essere formattato

HARDWARE
Avendo a che fare con i dischi fissi del computer, soprattutto quelli esterni, prima o poi capita a tutti di imbattersi in un inconveniente per nulla piacevole, che può allarmare chiunque abbia a cuore i propri dati archiviati sul disco fisso del pc, oppure su un'unità esterna collegata via usb.
Mi riferisco alla circostanza in cui, al collegamento di un hard disk esterno tramite USB, si ha la sgradita sorpèresa di leggere il messaggio che ci appare sul monitor, il quale riporta che il disco non è accessibile e chesi rende necessario formattare l'unità per renderla accessibile:



In  questi casi il rischio di perdere tutti i propri o altrui dati salvati  sull'hard disk è alto, ma non dobbiamo disperare, infatti il più delle volte questo inconveniente non risulta essere nulla di grave ed è possibile risolvere il problema piuttosto facilmente.

Questo errore appare quando il disco perde il suo file system, ovvero la sua  identità, e la sua struttura si è trasformata in una partizione di tipo RAW e non più ntfs come era in origine, (oppure nei casi meno recenti Fat 32), per cui il sistema operativo non ne riconosce più la compatibilità e ne richiede la formattazione per renderla nuovamente accessibile.
I motivi per cui un disco può perdere il suo file system sono molteplici ed è impossibile prevedere  se e quando questo possa accadere, ma prima o poi è bene aspettarsi questo tipo di contrattempo soprattutto se il disco è esterno e si collega tramite porta USB al  computer.
L'ho definito contrattempo perchè quasi sempre, per fortuna, si dimostra essere tale, soltanto un piccolo contrattempo.

UN CONSIGLIO PREZIOSO CHE TI DO, è quello di non affidarti ai  vari programmi di recupero dati o partizioni perse, soprattutto se gratuiti, reperibili  online e di cui si trovano spesso consigli e guide per utilizzarli in  caso di "disco non riconosciuto" per tentare di recuperarne i dati contenuti.

Molto spesso questi software danneggiano irrimediabilmente la struttura del disco rendendo vano ogni conseguente tentativo di ripristino dei dati, offrendo come unica alternativa la formattazione del disco in questione.

Esiste una soluzione molto più semplice in caso si manifesti l'errore "disco non accessibile con directory o file danneggiati", ed è quella che tentare il ripristino dell'unità tramite il prompt del DOS.
Collega il tuo disco tramite porta USB, poi digita il comando cmd sulla barra delle applicazioni di Windows:



Ora riferendoti all'applicazione trovata, selezionala con il tasto destro del mouse e clicca su "Esegui come amministratore" per avvalerti dei maggiori privilegi:



Abiliterai l'apertura della finestra nera del DOS godendo dei privilegi necessari a svolgere l'operazione:



Qui devi digitare la seguente istruzione:

chkdsk /r X:   (sostituisci la X con la lettera corrispondente alla lettera del tuo disco inaccessibile)

In questo modo si avvierà il controllo del file system del disco che con ogni probabilità ripristinerà lo stato precedente dei settori e dei cluster del disco correggendone automaticamente gli errori.

Attendi il completamento della procedura, la quale potrebbe richiedere un tempo più o meno prolungato a seconda della capacità dell' hard disk, ma molto probabilmente a lavoro terminato, sarete riusciti nel vostro intento ed il sistema operativo riconoscerà di nuovo l'unità collegata ed avrete accesso ai dati in essa contenuti.


Nessun commento
Torna ai contenuti