Disco esterno non riconosciuto - THE-MAX

Vai ai contenuti

Disco esterno non riconosciuto

COMPUTER
Sei disperato perché collegando il tuo fidato hard disk esterno al computer, questo non viene riconosciuto dal sistema?
collegando il disco usb ti appare un messaggio che ti informa che il disco deve essere formattato per poter continuare ad utilizzarlo?

Ti consiglio di non preoccuparti più del necessario perché quasi sicuramente la soluzione al problema non richiederà più di 5 minuti.
Quando il sistema operativo non riconosce più il disco collegato significa che questo ha perso la sua identità che originariamente era NTFS oppure Fat32 per i sistemi più obsoleti.
Non riconoscendolo lo rileva come unità RAW non compatibile con il sistema operativo Windows.
Lo so che la tua preoccupazione più che per il disco in sé, è rivolta ai tuoi preziosi dati in esso contenuti, ma come volevo dirti il più delle volte questo inconveniente è facilmente risolvibile.

IMPORTANTE
La cosa più importante da tenere presente quando si ha a che fare con gli hard disk, a qualunque tecnologia essi appartengano, è astenersi dall'analizzarli mediante l'installazione di software per recupero dati e partizioni.
Questi software nella maggioranza dei casi non solo non risolvono il problema, ma peggiorano la situazione danneggiando irrimediabilmente il file System del disco, precludendo ogni possibilità di recuperare i dati in esso contenuti.
Questo accade perché questi software, soprattutto se non professionali, alterano l'estensione dei file contenuti nel disco e spesso anche dell'intera partizione elaborandoli secondo istruzioni proprie, a seconda del programma utilizzato.



 
Disco esterno USB non riconosciuto: come risolvere
Tieni presente che se il disco non riconosciuto dal sistema è fisicamente integro, i dati archiviati al suo interno sono ancora presenti e inalterati, anche se Windows non è più in grado di leggere il contenuto della partizione in quanto non più compatibile secondo i suoi standard.
Per questo motivo chiede la formattazione dell'unità in modo da potergli assegnare un corretto file System, ovvero l'NTFS da Windows 7 in poi, oppure Fat32 per i sistemi precedenti.
Il nostro scopo ora sarà quello di riattribuire la corretta struttura al nostro disco, senza compiere nessuna altra operazione non necessaria.
A computer avviato, colleghiamo normalmente il disco esterno tramite il cavetto usb.
In Windows vedremo la lettera corrispondente all'unità appena collegata, anche se al suo interno non avremo accesso.
 
Successivamente digitiamo sulla barra di ricerca di Windows il termine CMD e clicchiamo ci sopra:



Vedremo aprirsi la famosa pagina a sfondo nero del DOS:



Ora lasciando la videata come la troviamo, digitiamo la seguente istruzione:
chkdsk /r X: (sostituite la X con la lettera corrispondente al tuo disco non riconosciuto)

In questo modo il sistema avvierà il controllo del file system del disco che con ogni probabilità ripristinerà lo stato precedente dei settori e dei cluster del disco correggendone gli errori e riportando la partizione allo stato originario.
Puoi vedere la lettera corrispondente al disco in Esplora risorse di Windows, oppure in Gestione disco.

Al termine della procedura la struttura del disco sarà riconfigurata secondo i corretti criteri di Windows e ti permetterà di visualizzare nuovamente tutti i dati in esso contenuti, che ripeto, sono rimasti intatti e inalterati, solamente non risultavano leggibili dal sistema.





TECNOWIDE INFORMATICA
Assistenza - Siti web
Videosorveglianza

BORACINO.COM
Videosorveglianza
Sicurezza - Informatica

Sicurezza
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Torna ai contenuti