I segreti del BIOS: cos'è il BIOS e come funziona - THE-MAX

Vai ai contenuti

I segreti del BIOS: cos'è il BIOS e come funziona

BIOS

IL BIOS

Tutti abbiamo sentito parlare almeno una volta del BIOS, ma sappiamo esattamente di cosa si tratta? e soprattutto che funzioni svolge il BIOS?
Il BIOS (Basic Input Output System) è una particolare sezione della scheda madre che ricopre un ruolo fondamentale e contiene tutti i parametri per configurare il corretto avvio del pc, prima ancora che il sistema operativo si metta in moto. Quando accendiamo qualsiasi computer infatti, è il BIOS che interviene prima di ogni altra cosa, consentendo poi di avviare il sistema operativo installato sul pc.

Tramite le pagine di configurazione del BIOS è possibile settare i diversi parametri hardware della macchina e definire la priorità di avvio, delle singole unità installate, correggere i valori di clock e della frequenza di CPU e memorie, o impostare allarmi e password di protezione. Ma non solo.
Vediamo ora come accedere al BIOS di un computer.

Come accedere al BIOS del computer

Per accedere al BIOS, una volta acceso il computer, occorre premere il tasto CANC sulla tastiera, oppure su alcuni computer portatili è necessario premere il tasto F1 oppure F2 a seconda del modello della scheda madre e in genere compare l'indicazione di quale tasto premere sul monitor, appena avviato il computer, del tipo "Press F10 to run Setup" o anche "Press F12" per il boot menu:



Ma ripeto, solitamente per i computer più moderni, siano essi Desktop o Notebook, occorre premere il tasto Canc per accedere alla sezione del BIOS:



Per i computer più datati, come i Compaq o gli IBM  e derivati, il tasto da premere era F1, F2, oppure F10.


La veste grafica delle pagine del BIOS, incluse le funzionalità presenti in tale sezione, varia molto in base alla versione del BIOS.
Le recenti schede madri infatti dispongono di una sezione BIOS molto più ricca di contenuti tecnici, adeguati alle risorse di ultima generazione, mentre le versioni più datate dispongono solo dei parametri essenziali:



Il BIOS è costituito da diverse pagine suddivise per categorie (Main, Advanced, Boot, Security, Tool, ecc.) che nel loro insieme consentono di poter interagire con una vasta gamma di opzioni, permettendo di gestire gli specifici settori hardware del computer.

MAIN
Rappresenta la pagina dove vengono generalmente riportati i principali dati della macchina, marca e tipo di processore (cpu), il quantitativo, il modello e la frequenza della memoria RAM installata, informazioni quali data e ora; vengono inoltre riportati i dati relativi ai dischi fissi e unità DVD collegate, in genere non è consentito modificare alcun parametro all'interno di questa pagina, se non la data e l'ora.

ADVANCED
Rappresenta la pagina più importante in quanto contiene le impostazioni riguardanti tutti i dispositivi hardware collegati, come i dischi fissi, e lettori DVD.
La schermata del menu ADVANCED di una scheda madre recente si presenta con un'interfaccia grafica di questo tipo:



Se non si è sicuri su dove mettere le mani è bene non toccare alcun settaggio all'interno del BIOS, perché ad ogni variazione dei parametri corrisponderà una reazione che si ripercuoterà sul funzionamento del computer e potresti peggiorare la situazione compromettendo l'equilibrio generale del pc.

BOOT
Questa sezione è senza dubbio la più utilizzata poichè tramite essa è possibile determinare la sequenza di avvio del computer.
Cosa significa questo? All'interno di un pc oltre ai lettori DVD è possibile installare diversi hard disk, uno dei quali corrisponderà all'unità C.
Il disco C deve essere configurato in modo tale da costituire il primo boot della macchina, altrimenti impostando un disco secondario, il computer non rileverà nessun sistema operativo da avviare.
Come funziona la sequenza di boot?
All'interno del BIOS è possibile stabilire una sequenza di boot, ovvero definire quali unità devono essere considerate per avviare il computer. Se al primo boot corrisponde l'unità DVD, occorrerà avviare il pc con inserito un DVD di avvio nel lettore; in caso contrario, se il sistema non rileva nessun DVD bootable nel lettore, passerà automaticamente al secondo boot, il quale deve contenere il sistema operativo. Se anche qui non rileverà alcuna fonte, passerà al terzo boot, e così via.
Solitamente infatti i computer sono impostati per eseguire il primo boot da DVD e il secondo dal disco C. In questo modo accendendo il computer, questo non rilevando nulla nell'unità DVD, avvierà correttamente il sistema operativo configurato sul boot secondario; ma se ad esempio avessimo necessità di reinstallare il sistema, basterà avviare il pc con inserito un DVD di Windows per iniziare l'installazione.

Per svolgere determinate operazioni quali la reinstallazione del sistema operativo, è necessario che il sistema esegua il boot dall'unità DVD oppure da USB, e non da disco fisso.
Per installare un computer dovrai procurarti una copia di Windows o di qualsiasi altro sistema operativo, riversarlo su un supporto quale dvd o pendrive e rendere tale supporto bootable. Leggi Come rendere bootable un dvd e ancora Come installare Windows da una pendrive.



Se dovessimo aver collegato più di un lettore DVD è possibile specificare quale di questi rappresenti il primo avvio (boot).
Quando si acquista un computer nuovo, troviamo le impostazioni regolate secondo lo schema di default (o di fabbrica) che prevede come avvio primario di boot, il lettore DVD e secondariamente il disco fisso (hard disk), proprio per le ragioni che ti ho descritto sopra.
Questa impostazione rallenta di pochi secondi l'avvio del sistema operativo, in quanto il BIOS necessita della verifica della presenza o meno di un supporto dvd bootable (avviabile).



Delle varie voci nelle diverse schermate del BIOS, in condizioni normali di funzionamento, i settaggi più utilizzati sono quelli relativi al BOOT, essenziali per il corretto avvio del PC, mentre le altre impostazioni rappresentano spesso solo delle ottimizzazioni, come l'aumento della velocità delle ventole di raffreddamento, l'incremento della frequenza di lavoro delle RAM e altre operazioni analoghe.
Tramite le impostazioni del BIOS è possibile anche OVERCLOCKARE il computer, incrementando la frequenza di lavoro della CPU e delle memorie RAM, aumentando il livello delle prestazioni del pc.

Negli ultimi anni il BIOS ha subìto notevoli migliorie, arricchendosi di parecchie funzioni al fine di adeguarsi alla tecnologia dei componenti hardware, sempre più all'avanguardia; sono state implementate anche molte funzioni innovative che vanno dal controllo della velocità delle ventole di raffreddamento alla possibilità di installare memorie SSD M.2.

Per esempio sono state introdotte varie migliorie al fine di superare alcune limitazioni inerenti ai dischi fissi, come l'introduzione del nuovo UEFI (Unified Extensible Firmware Interface), un'interfaccia firmware che permette anche di impostare l'avvio da dischi particolarmente capienti, utilizzando la modalità GPT la quale presenta delle novità rispetto al tradizionale MBR.

Dopo questa carrellata sulle varie sezoni del BIOS se dovessi riscontrare qualche problema e volessi chiedermi informazioni più dettagliate, scrivimi tramite questo form e ti risponderò rapidamente.





BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Torna ai contenuti