Versione precedente di Windows - THE-MAX

Vai ai contenuti

Versione precedente di Windows

WINDOWS
Utilizzando Windows, magari ti sarà capitato, analizzando le proprietà di una cartella, di trovare un'opzione chiamata Versioni precedenti, riferito appunto a quella determinata cartella o file.
Vediamo ora in cosa consiste l'opzione Versione precedente e come sfruttarla al meglio per tutelare i nostri preziosi dati.

Cos'è l'opzione Versioni precedenti di Windows
Windows ingloba, tra le sue più disparate opzioni, anche l'interessante possibilità di ripristinare un file o una cartella, a un suo stato precedente.
Le versioni precedenti sono copie di cartelle e file create a seguito di un backup di Windows come punto di ripristino, oppure tramite lo strumento Windows backup.

 Selezionando una cartella o un file qualsiasi, con il tasto destro del mouse e cliccando sulla voce "Ripristina versioni precedenti", oppure selezionando la voce  "Proprietà" ci apparirà una finestra con diversi menu, tra cui un tab denominato "Versioni precedenti":



Selezionando tale menu si avrà la possibilità di riportare indietro nel tempo la cartella o il file selezionato, ripristinandolo a una condizione precedente.
 
Questo stratagemma è utilissimo nel caso si apportino delle modifiche errate a un file, e magari senza avere la possibilità di rimediare intervenendo direttamente sul file stesso.
 
Per cui puoi immaginare quanto possa risultare importante ripristinare tale file o cartella a uno stato precedente, magari risalente solo al giorno prima.


Come funziona Versioni precedenti di Windows
 
Devo specificare che lo strumento Versioni precedenti è usufruibile solo se è stata abilitata la Protezione sistema sul disco in questione.
 
È infatti l'abilitazione della protezione sistema sul disco che conferisce la possibilità di ripristinare un file a una condizione precedente.
 
Infatti solo abilitando la Protezione sistema potrai usufruire dell'opzione Ripristno di sistema.
 Per verificare e abilitare la protezione sistema sull'hard disk, puoi semplicemente cliccare con il tasto destro del mouse sull'icona "Computer" e selezionare la voce "Proprietà", all'interno del quale troverai il link "Protezione sistema":


Accederai in questo modo alla finestra in cui risiedono le impostazioni per abilitare la Protezione sistema sul disco interessato:


Esempio in cui la protezione di sistema è disabilitata

 
Selezionando "Protezione sistema" ci apparirà una finestra dove sarà possibile abilitare la funzione di ripristino dei file:


Basterà cliccare su "Configura" e spuntare la prima voce in alto "Ripristina impostazioni del sistema e versioni precedenti dei file" in Windows 7, oppure "Attiva protezione sistema" in Windows 10:


Una volta abilitata la protezione di sistema sul disco o sulla partizione interessata, qualunque file o cartella può essere ripristinata a una data precedente, semplicemente sfruttando l'opzione "Versione precedente".
 
Seleziona la cartella o il file interessato, con il tasto destro del mouse e clicca su "Ripristina versioni precedenti":



 
Successivamente scegli il file corrispondente a una determinata data, nel caso c'e ne siano più di uno, e clicca sul tasto "Ripristina":



 
Di solito, se non fosse possibile ripristinare tale file nel relativo percorso originale, è possibile aprire l'elemento e salvarlo in un percorso alternativo.
 
 




BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica
Sicurezza
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Torna ai contenuti