Come avviare un e-commerce - THE-MAX

Vai ai contenuti

Come avviare un e-commerce

SITI WEB
Ciao e benvenuto su questa mia guida.
Questo articolo tratta un argomento che è sempre di estrema attualità: come avviare un e-commerce.

Negli ultimi anni infatti i siti adibiti alla vendita di prodotti online hanno registrato una notevole un'impennata, complice il fatto che la loro creazione è resa molto più semplice dai CMS (per approfondimenti leggi la guida di CMS).
 
Se stai pensando: "allora è fatta, posso aprire anch'io il mio bel sito di vendita e mi sistemo", freno subito il tuo entusiasmo, ma solo per metterti in guardia da errori commessi da molti prima di te. La strada non è così semplice purtroppo ed è molto meglio se ne conosci tutti gli aspetti in anticipo.



Sei intenzionato anche tu ad entrare nel mondo dell'e-commerce?
Se la risposta è si allora questo articolo fa al caso tuo. Leggilo attentamente e soffermati a riflettere sul lato pratico, oltre che teorico.
 
Ma non ti spiegherò solo come e con quali strumenti creare e avviare un negozio online, ma ti metterò anche in guardia sui problemi e le difficoltà connesse a tale attività commerciale, perchè se ancora non lo sai, oltre la metà di coloro che intraprendono questo percorso, entro un lasso di tempo variabile da pochi mesi ai due anni, abbandonano la loro iniziativa commerciale per cause di varia natura, che portano all'insuccesso dell'attività.
 
In fin dei conti avviare un e-commerce, ovvero un negozio online, non è poi molto diverso dall'aprire un negozio o un'azienda reale, con muri e soffitto. Chissà perchè la gente sentendo parlare di shop online pensa che tutto sia molto semplice, basta creare un bel sito ed ecco che inizio l'avventura.
Avventura si, ma quasi mai si tratta di una strada in discesa e certamente non nell'immediato poichè prima della discesa cè sempre una lunga salita.
 
Sicuramente aprire un'attività commerciale online presenta i suoi vantaggi rispetto ad un'azienda "con sede fisica", ma la sola differenza significativa consiste nel fatto di non dover disporre di un punto vendita fisico dove ricevere la clientela, che è invece sostituito dal portale web.
Certo questo determina una grossa convenienza dal punto di vista del risparmio, ma le differenze si fermano qua, tutto il resto rimane un punto in comune per entrambe le categorie.

COSA OCCORRE PER APRIRE UN E-COMMERCE
Può risultare scontato riportare alcuni punti essenziali, ma preferisco essere chiaro senza lasciare nulla al caso.

  • IN PRIMIS L'ASPETTO FISCALE E BUROCRATICO, NECESSARIO PER APRIRE QUALSIASI TIPO DI ATTIVITA' COMMERCIALE  
La prima necessità, per quanto ovvia, è disporre di una partita iva inerente all'attività che si intende promuovere.
Tale pratica prevede la registrazione presso la camera di commercio  per ottenere tutte le certificazioni necessarie, compresa la firma digitale.
Occorrerà anche attivare una casella di posta certificata, la PEC, per gestire le comunicazioni tra la tua attività e altri enti.
Ti consiglio di rivolgerti ad un commercialista o un ente preposto per svolgere tutte queste operazioni di carattere burocratico, magari allo stesso professionista che seguirà tutte le tue pratiche di gestione dell'attività fiscale. Quindi dovrai mettere in conto anche un consulente fiscale per la gestione del tuo e-commerce.
 
  • REGISTRARE IL DOMINIO WEB RELATIVO AL TUO SITO PRESSO UN SERVIZIO DI HOSTING WEB
Dovrai scegliere uno dei tanti hosting presenti in rete e valutare il miglior servizio che si addice alle tue necessità.
In sostanza si tratta di registrare un dominio, ovvero il nome del tuo sito web, del tuo e-commerce, che corrisponderà a: www.tuosito.com, oppure .it, o altre estensioni disponibili.
Il pacchetto hosting che acquisterai includerà anche molte altre applicazioni, come caselle e-mail, database mysql, backup automatici e altre    
interessanti opzioni che ti spiegherò nel dettaglio più avanti.
Un consiglio prezioso: tra le varie caratteristiche incluse nel servizio offerto, su cui baserai la tua scelta, considera prima di ogni altra cosa il servizio di assistenza.
 
Il supporto tecnico è il primo requisito essenziale che determina il valore e la qualità di un hosting web. E ti posso garantire che è il fattore più   
importante. Il tuo sito e-commerce deve essere sempre online, risultare sempre operativo in tutto e per tutto e a maggior ragione se di tratta di uno shop online poichè i tuoi clienti devono essere soddisfatti del servizio che offri loro, evitando o risolvendo eventuali problemi che potrebbero verificarsi.

Anche in questo caso, a meno che tu non abbia una consolidata esperienza nel settore, ti consiglio di affidarti ad un webmaster per la realizzazione e la gestione del sito.
Un portale e-commerce è molto più complesso di un normale sito aziendale, essendo composto da una grande varietà di script e plugin necessari al corretto svolgimento di tutte le operazioni, quali la vendita, la registrazione dei clienti, la gestione dei pagamenti, il magazzino, e così via.

Di conseguenza l'importanza di un'assistenza competente è fondamentale essenzialmente per due motivi:
La vastità e la complessità delle applicazioni aumentano il carico di lavoro e la conseguente gestione del sito web, con tutte le conseguenze del    
caso.Secondariamente un supporto affidabile risulta risolutivo in caso di problemi, perchè devi sapere che possono essere innumerevoli i fattori che incidono sul mantenimento di un sito web, dai vari aggiornamenti di linguaggio, form, e plugin alla verifica di compatibilità, poichè tutto deve essere mantenuto costantemente monitorato e in piena efficienza.
Non dimenticare che la qualità del tuo e-commerce è un elemento fondamentale per i tuoi clienti, nel confronto dei quali è tuo interesse offrire un servizio semplice ed efficiente. Un cliente insoddisfatto non tornerà più sul tuo sito. Devi presentare un sito veloce, privo di interruzioni o interferenze, completo in ogni sua parte e funzionale, in modo che la clientela non debba perdersi in operazioni complicate per riuscire a effettuare e concludere un acquisto.
Oltre a questo dovrai provvedere a mantenere aggiornato il magazzino dei prodotti, che devono corrispondere alla loro reale disponibilità, ed      
espletare correttamente e in tempi soddisfacenti gli ordini che dovrai spedire.
Insomma come puoi capire gestire un e-commerce presenta una mole di lavoro e precisione non indifferente; per questo motivo la scelta del software con cui realizzare il tuo schop online è fondamentale.
 
  • LA SCELTA DEL SOFTWARE A CUI AFFIDARTI PER LA REALIZZAZIONE DEL TUO E-COMMERCE
Sia che decida di affidarti ad una web agency per la creazione del sito, sia che decida di provvedere tu stesso, una scelta fondamentale sarà quella di decidere con quale specifico software realizzare il tuo e-commerce.
La scelta quasi obbligata è quella di valutare i CMS più famosi e diffusi e selezionare tra essi quello che più ti aggrada e si addice al tuo business.

Cos'è un CMS?
Un CMS, ovvero un Content Management System non è altro che una piattaforma software predisposta per creare siti web.
Ormai tutti si affidano ai CMS, grazie ai quali non è più necessario saper programmare nulla in ambito di linguaggio web; sono software progettati e predisposti per facilitare al massimo lo sviluppo di un sito. In pratica occorre solo installare il CMS e attraverso la sua pagina di amministratore è possibile gestire tutte le sezioni del sito, creando pagine e collegamenti, inserendo testi e immagini.
Esistono CMS appositamente dedicati allo sviluppo di e-commerce, e ti consiglio di servirti di uno di essi. L'alternativa è quella di servirti di un software proprietario, ovvero sviluppato da qualche programmatore e unico nel suo genere. Ma questa soluzione può essere rischiosa se non si dispone di finanziamenti adeguati allo sviluppo e alla manutenzione di tale software. Infatti i più diffusi CMS, oltre che essere gratuiti o poco onerosi dal punto di vista finanziario, sono supportati da grandi community di utenti e sviluppatori, costantemente pronti ad aggiornare, correggere e aiutare gli utenti in caso di bisogno. Inoltre godono di sviluppo costante e sono migliaia le applicazioni disponibili per essere integrate all'interno delle loro piattaforme.
Un esempio è Amazon, il quale ha sviluppato una sua piattaforma e-commerce in totale autonomia, creata da programmatori appositamente per l'azienda, senza servirsi dei CMS tradizionali.
Tra poco ti illustrerò i CMS più diffusi, i quali compongono oltre l'80% dei siti di vendita online.

Se decidi di rivolgerti ad un professionista del settore, sicuramente avrà (si presume) un esperienza tale da consigliarti per il meglio, prospettandoti i pro e i contro di ogni CMS. Ma ogni webmaster ha le sue preferenze in fatto di applicazioni web, con i quali ha più pratica e quindi una conoscenza più approfondita. Per cui ogni webmaster ti proporrà il CMS per e-commerce che predilige in base alle sue esperienze, alle sue idee, che sicuramente possono risultare diverse da professionista a professionista.
Giustamente se non sei un esperto dovrai affidarti e "fidarti" dei consigli del tuo consulente tecnico.
Ma non fa male raccogliere informazioni per conto proprio e informarsi sul web sui CMS disponibili e le peculiarità che li rendono differenti l'uno dall'altro.
Ora ti illustro le principali piattaforme e-commerce, che di base sono gratuite, salvo poi farti pagare alcune estensioni, plugin o template per personalizzare il tuo shop.

Quale CMS utilizzare per creare il tuo e-commerce
Ho scritto alcuni articoli incentrati sui CMS e le loro applicazioni, per cui ora non entrerò nello specifico del loro funzionamento ma ti menzionerò i migliori CMS per creare siti e-commerce disponibili sul mercato.

WORDPRESS
Sicuramente anche tu avrai sentito parlare di Wordpress il più famoso CMS in circolazione ed il più utilizzato in assoluto per creare siti web e blog.
Wordpress consente di creare anche ottimi e-commerce, grazie ad un'estensione chiamata Woo Commerce che potrai installare direttamente sulla piattaforma di Wordpress per trasformarla in un e-commerce con tutte le funzioni del caso:



Se hai già letto "Come installare Wordpress" saprai già come funziona il suo meccanismo, per cui una volta installato e configurato Wordpress dovrai installare anche l'estensione (o plugin) Woo Commerce (oppure Storefront) per "aggiungere" tutte quelle funzionalità che lo renderanno un completo negozio online. Altrimenti di base, Wordpress non nasce come piattaforma e-commerce.
Wordpress essendo il CMS più utilizzato, oltre che essere suppportato da una grande community a cui rivolgersi in caso di problemi o chiarimenti, dispone di innumerevoli plugin creati ad hoc per ogni circostanza. Vuoi un calendario da inserire sul tuo sito? scarica il plugin relativo al calendario. Vuoi inserire una galleria fotografica particolare? scarica il plugin della galleria ed installalo. Facile.
Una precisazione professionale: Wordpress è un software completamente gratuito, così come moltissimi suoi plugin o template (veste grafica del sito) ed è perfetto per crearti un sito amatoriale. Se la tua intenzione è creare un sito professionale, che sia di vendita o meno, allora la faccenda si complica leggermente, poichè entrano in gioco altri fattori che incidono sulle prestazioni del sito.
Mi spiego meglio: un sito professionale risulta tale quando oltre a svolgere in modo impeccabile ogni funzione che incorpora, compresa la velocità di apertura delle pagine, risulta essere ottimizzato per il web, e qui entra in gioco anche un aspetto del SEO, l'arte di ottimizzare i siti sui motori di ricerca.
Un buon sito è caratterizzato da una struttura basata su codici di qualità (sto parlando di linguaggio web, PHP, JAVASCRIPT, HTML...) che, coadiuvati da altri accorgimenti, ne determinano la qualità e l'autorevolezza con cui si affaccia sul web.  
Cosa significa qualità? in ambito web, qual'è l'aspetto più importante di un sito? è ovvio! deve essere trovato dagli utenti tramite i motori di ricerca.
Un sito web che non si trova è completamente inutile. Molti neofiti inizialmente sottovalutano questo aspetto, concentrandosi soprattutto sulla struttura del sito, sulle pagine e le funzioni da inserire. Ma tutto questo è secondario se il sito in questione non viene trovato dai motori come Google e di conseguenza dagli utenti. Posso creare il sito più bello del mondo, ma se poi nessuno lo trova, ho solo sprecato tempo e risorse.
Tutto questo discorso per dirti che Wordpress, come altri suoi antagonisti, è gratuito, ma se vuoi creare un sito più professionale e personalizzare le sue risorse, dovrai necessariamente spendere qualche soldo.
Per esempio Wordpress offre di base alcuni temi, ovvero dei template, strutture grafiche già realizzate, che puoi installare ed utilizzare per il tuo sito.
Poi troverai in vendita presso molte risorse online, centinaia di altri temi Wordpress. Allora legittimamente ti chiederai: "perchè dovrei spendere 50-80 € per acquistare temi grafici quando posso utilizzarne uno che mi piace tra quelli proposti gratuitamente?" ottima domanda, senza dubbio.
I temi acquistabili (definiti Premium), come anche altri plugin per Wordpress, garantiscono la totale compatibilità e l'alta qualità che li rendono appetibili ai motori di ricerca, contribuendo ad aumentarne l'autorevolezza.
Questo discorso vale anche per tutti i software per e-commerce esistenti.
Del resto si sa, le soluzioni gratuite non possono essere paragonate a quelle a pagamento, e la differenza è spesso evidente.
Nessun risultato professionale può essere ottenuto tramite risorse gratuite. A nessuno piace lavorare gratis!


PRESTASHOP
Secondo il mio modesto parere Prestashop rimane il RE incontrastato delle piattaforme per e-commerce, essendo stato sviluppato proprio per questa funzione, costantemente aggiornato e arricchito di un'infinità di plugin che lo rendono adatto ad ogni tipologia di sito di vendita, da quelli più piccoli ai marketplace con migliaia di prodotti. Prestashop è il più completo nel suo genere e pur non essendo semplicissimo da utilizzare, consente di implementare moltissime funzioni professionali per gestire il proprio sito di vendita.
Anche Prestashop è una piattaforma gratuita sebbene esistano moltissimi temi o plugin a pagamento sviluppati appositamente per la piattaforma.




MAGENTO
Magento è un altro famoso software open source (cioè gratuito) creato appositamente come piattaforma e-commerce, dotato di un potente motore e funzionalità avanzate. Dispone di un enorme potenziale concentrato soprattutto sull'aspetto del SEO e dell'ottimizzazione per i motori di ricerca, aspetto questo sempre più importante visto la quantità di siti che nascono ogni giorno.
A mio avviso Magento non è adatto alle piccole imprese in quanto il suo funzionamento e la gestione tecnica del suo back-end (l'interfaccia con la quale il gestore del sito ne gestisce i contenuti e le funzionalità) risulta piuttosto complessa, e obbliga il manutentore a seguire un corso approfondito per essere in grado di padroneggiare le sue risorse.
Infatti le piccole realtà che non dispongono di uno staff esperto potrebbero trovarsi in difficoltà con la gestione della piattaforma, a meno di non assoldare un professionista esterno:



La complessità relativa alla gestione delle sue funzionalità, penso sia l'unico motivo per cui Magento non stia primeggiando nel settore dei software per e-commerce.

OPENCART
Altro e-commerce molto conosciuto Opencart è leader mondiale in fatto di piattaforme di vendita con oltre 200.000 (dati riportati) siti in tutto il mondo. Offre funzioni avanzate e consente un'alta flessibilità sia nella gestione che nelle funzionalità integrate. Dispone di un'interfaccia piuttosto intuitiva in modo da facilitarne la gestione.
Anch'esso può essere integrato da parecchi plugin disponibili gratuitamente o a pagamento su varie piattaforme di distribuzione online:



Anche se non dispone dell'ampio bagaglio tecnico che contraddistingue per esempio Prestashop, Opencart resta uno strumento che forse varrebbe la pena testare per la creazione di siti e-commerce. Mi esprimo in base alla mia esperienza nell'utilizzo di questo software, il quale dopo un'installazione tutto sommato semplice, riscontra infiniti problemi tecnici, interni al programma e anche inerenti a tutte le sue estensioni. Per farlo funzionare decentemente occorre un'iinfinita pazienza a causa degli innumerevoli problemi che presenta e l'assistenza è pressochè inesistente. Provare per credere. Anche per questa piattaforma esistono numerose guide e tutorial online, oltre ad una community di utenti e utilizzatori a supporto dei neofiti.

ZENCART
Zencart è un altro programma gratuito per la creazione e la gestione di negozi online tutto italiano.
Come i precedenti anche Zencart offre funzioni avanzate e non presenta particolari criticità l'installazone o l'utilizzo delle sue varie funzioni:



La sua installazione risulta semplice e documentata da guide e tutorial a supporto degli utenti, e comunque non si differenzia come procedura, da quella degli altri CMS.

SHOPIFY
Ti voglio presentare anche Shopify, che pur non essendo gratuito come i precedenti suoi antagonisti, è una piattaforma di e-commerce nuova e meno conosciuta delle precedenti applicazioni, ma che ad oggi ha raggiunto risultati impressionanti, divenendo la piattaforma di sviluppo e-commerce più diffusa.
Shopify pare risulti essere il più avanzato software per e-commerce oggi sul mercato e caratterizzato da un'interfaccia chiara ed intuitiva che consente di crerae ottimi siti di vendita anche se non disponi di competenze tecniche nel settore.
Come ti accennavo Shopify non è una risorsa gratuita m apresenta dei piani a canone mensile o annuale a seconda del piano scelto.
Non occorre installare alcun software perchè tutto è gestito online su un suo server proprietario:



Oltre al canone mensile per la gestione del sito, Shopify prevede anche una commissione che va dallo 0,5 al 2% su ogni prodotto venduto.
Esiste più di una versione del software, allo stato attuale, e sono caratterizzati da soluzioni anche complesse basate su conti percentuali sui volumi di affari. Puoi reperire maggiori informazioni sul sito ufficiale.
Come Shopify esistono altre soluzioni che presentano il pagamento di un canone mensile, a cui puoi decidere di affidarti delegando a loro la gestione e la risoluzione di eventuali problematiche, occupandoti solo sulla personalizzazione del tuo portale e la gestione dei prodotti in vendita.



Online esistono anche altri CMS per la creazione di siti e-commerce e altri ancora ne verranno sviluppati.
La scelta su quale CMS adottare per creare il tuo sito non è facile e deve essere per forza di cose basata sulle tue percezioni, sulle risposte che ottieni chiedendo informazioni sulle peculiarità di questo o quel CMS, su informazioni che reperisci su internet, e meglio di tutto visualizzare siti di vendita online che adottano una o l'altra soluzione.
Alla fine, quando ti sarai fatto un'idea più precisa, se sceglierai tra i CMS più diffusi che ti ho elencato, non potrai sbagliare scelta, tutt'al più, col tempo e l'esperienza potrai optare per uno piuttosto che un altro in base a piccoli dettagli o preferenze personali.    

Se sei interessato ad acquistare a prezzo irrisorio un software proprietario (cioè che resterà di tua proprietà) ti posso consigliare QUESTO SITO.
Il vantaggio è che potrai acquistare, previa valutazione, un ottimo e completo software per e-commerce e non solo, a prezzo mooolto vantaggioso. Il contro è che una volta acquistato potrai utilizzarlo così com'è, secondo la condizione "visto e piaciuto", e potrai eventualmente contare sull'assistenza fornita dallo sviluppatore, per un periodo di 6 mesi dalla data di acquisto.
Difficilmente riuscirai a ottenere eventuali aiuti per modificare il codice sorgente del software al fine di adattarlo meglio alle tue esigenze.
Per questo motivo un CMS conosciuto e diffuso, che presenta una notevole attidudine alla personalizzazione e all'eslasticità di adattamento, sostenuto da una forte community alle spalle ed in continuo sviluppo, risulta nella maggioranza dei casi la soluzione ottimale.

Un pensiero comune:
Più spesso di quanto immagini mi sento riportare questo discorso, più che legittimo: "Mi sono rivolto ad un professionista del settore per chiedere un preventivo per la realizzazione di un sito con Wordpress. Se Wordpress è gratuito e accessibile a tutti, allora perchè spendere soldi rivolgendomi ad un'agenzia? posso benissimo installare il CMS sul mio pc e creare autonomamente il mio sito web. SI, è l'innegabile risposta, ma come capirai leggendo questa guida e ancor meglio provando di persona dal lato pratico, la realizzazione del sito rappresenta solo un aspetto all'interno del contesto globale. E comunque è doveroso eseguire un corso approfondito per riuscire a padroneggiare senza esitazione un CMS, che si tratti di Wordpress o altri." Ripeto, se si tratta di un sito personale, tutto è lecito. Ma un sito professionale richiede una preparazione adeguata al contesto che rappresenta.



  • L'ASPETTO PRATICO - ANALOGO A OGNI NEGOZIO E AZIENDA
Ora che ti ho (spero) chiarito la corretta procedura iniziale per arrivare a sviluppare un tuo business online, siamo giunti all'aspetto più complicato e rischioso: quello pratico; perchè se finora abbiamo visto solo la parte di sviluppo del negozio, che seppur può risultare complicata non presenta particolari difficoltà, o almeno non tali da costituire un serio pericolo alla tua determinazione rischiando di minare la tua iniziativa.
Mi sto riferendo alla reale disponibilità del prodotto che venderai, e successivamente alla campagna di spedizione che assicurerai ai tuoi clienti.

In qualsiasi attività commerciale, qualunque sia l'articolo trattato, le difficoltà maggiori si riscontrano durante la fase di reperimento dei prodotti da vendere.
Per un neofita che si è appena affacciato al mondo del commercio, a meno che non appartenga ad un particolare settore, reperire i prodotti che venderà può risultare molto più complicato di quel che si possa pensare.
Natutralmente queste congetture sono legati ai tempi che si stanno vivendo, il mercato mondiale è in continua evoluzione ed occorre adattarsi in base alla situazione attuale.

Essendo io stesso del settore delle vendite (informatiche) ho percorso passo dopo passo la tutta la trafila di ricerca e sviluppo inerente alla materia prima, ovvero i prodotti che intendevo vendere.
La maggior parte degli articoli oggi commercializzati non sono semplici da reperire presso grossisti e fornitori vari a prezzo vantaggioso, nonostante si sia titolari di partita iva.
Ti faccio un esempio reale e inconfutabile: trattando di informatica io vendo computer e dispositivi elettronici e tra le altre cose, anche componenti hardware.
Dopo costanti e ininterrotte ricerche di mercato iniziate anni or sono, per trovare grossisti e anche importatori a prezzi convenienti, posso oggi assicurarti che il margine di convenienza, nel mio campo, è irrisorio. Non pensare che se ti vendo un hard disk a 50 €, io l'abbia pagato 30. No, al prezzo migliore, io l'ho pagato 48 € presso qualche fornitore, e non è scontato che l'abbia acquistato all'ingrosso.
Praticamente non ho più margine tra spesa e vendita. A meno di non vendere mille hard disk al mese, non riuscirei a starci dentro.
Occorre trovare altre soluzioni alternative. A questa situazione si è arrivati grazie (si fa per dire) a competitor molto potenti, grossi e-commerce che vendendo migliaia di prodotti ogni giorno possono permettersi di abbattere i costi di vendita e comprare grandissimi quantitativi di merce a prezzo molto conveniente; cosa impossibile per i piccoli venditori.

La questione del magazzino
Difficilmente un imprenditore decide di avviare un e-commerce partendo in quarta, allestendo oltre al sito web anche un magazzino per ospitare i vari prodotti che vende. A meno di non disporre di un capitale notevole e decidere di giocarsene una parte a testa o croce investendola nell'attività, ormai ben pochi sono disposti a rischiare.
Perchè è un dato di fatto: per uno che ottiene il successo con un'attività e-commerce, mille falliscono, perdendo un sacco di soldi.

Le alternative ad un investimento massiccio e rischioso sono poche, ma ci sono.
Se non te la senti di investire il tuo capitale nella materia prima, cioà nei prodotti che venderai, hai a disposizione due strade che puoi decidere di percorrere:

  • ti avvali del drop-shipping
  • acquisti la merce dopo averla venduta

Essendo tu stesso un regolare venditore, dovrai pur rifornirti dei prodotti che vendi, importandoli direttamente o rivolgendoti a grossiti, la soluzione più semplice.
Il drop-shipping consiste nel far spedire direttamente i prodotti ai tuoi clienti, dal tuo fornitore.

Naturalmente il fornitore deve precedere tale soluzione per acconsentire a spedire direttamente al consumatore finale.
Funziona così: quando un cliente effettua un acquisto sul tuo sito web, tu provvedi di conseguenza ad acquistare quello stesso prodotto presso il tuo fornitore all'ingrosso, dando disposizione di spedirlo direttamente al tuo cliente, quindi utilizzando un pacco anonimo o con del nastro adesivo fornito da te stesso, e senza alcuna fattura all'interno; insomma nessun riferimento del mittente.
A mio parere, e parlo per esperienza diretta, affidarsi al drop shipping SENZA quindi creare un magazzino prodotti, è un'ottima alternativa all'investimento di capitale, ma presenta un impegno non da poco.
Infatti il rischio maggiore è quello di trovarsi a proporre prodotti che in realtà non sono più disponibili presso il fornitore. Alcuni prodotti, più di altri per esempio subiscono un repentino cambio di versione, per cui è necessario mantenere una costante comunicazione con il fornitore al fine di evitare di trovarsi a vendere sull'e-commerce prodotti che realmente non sono più disponibili.

La seconda possibilità non consiste in niente di particolare, semplicemente si tratta di comprare sempre la merce dopo che il cliente l'ha acquistata tramite il tuo sito, attendere che giunga presso il tuo indirizzo, e poi spedirla con i tuoi riferimenti al cliente finale.
Oggi la stragrande maggioranza degli e-commerce adotta questa soluzione. Per questo motivo le loro spedizioni riportano che occorrono dai 3 ai 5 giorni prima di ricevere l'acquisto effettuato. Semplicemente perchè non dispongono presso di loro il prodotto. Altrimenti spedirebbero il giorno stesso.
Tieni presente che tutti i grossisti, avendo la reale disposizione della merce presso i propri magazzini, spediscono sempre in giornata o entro le 24 ore dall'ordine.

Le potenzialità del web
Un altro aspetto da considerare, che rappresenta il vero fulcro del successo online, è che un e-commerce per poter generare vendite, deve prima di ogni altra cosa essere trovato dai potenziali clienti.



Al di là dei prezzi di vendita, delle promozioni e dei piò disparati vantaggi che puoi offrire ai tuoi clienti, se il tuo sito non viene incluso nelle prime pagine dei motori di ricerca come Google, Yahoo e altri, risulta completamente inutile. Puoi anche regalare i prodotti nel vero senso della parola, ma se nessuno ti trova, tutto il lavoro e l'impegno che hai duramente messo in campo risulta vano.
Dicendoti questo non intendo assolutamente demoralizzarti, anzi tutt'altro, ma voglio aprirti gli occhi di fronte alla reale situazione attuale. Moltissimi e-commerce sono costretti a chiudere dopo un periodo di tempo limitato proprio per questo motivo. Purtroppo o per fortuna i motori di ricerca, Google primo fra tutti, governano e decidono le sorti di ogni sito web indicizzato nei loro indici.

Del resto non potrebbe essere diversamente, prova a pensarci: tu decidi di vendere cellulari online e predisponi un bellissimo sito web rispettando tutti i crismi necessari e adegui l'aspetto SEO del tuo sito per ottimizzarlo secondo le direttive guida consigliate dallo stesso Google, e magari hai deciso di servirti dei migliori professionisti SEO sul mercato, spendendo un asacco di soldi. Dirai, apparirò sicuramente al primo posto su Google, dato che il mio sito è praticament eperfetto.
Un tuo concorrente che vende anche lui cellulari, fà lo stesso ragionamento e anche lui adotta tutti i criteri per ottimizzare il suo sito nelle prime posizioni dei motori.
Quanti competitor pensi ci siano solo in Italia che vendono cellulari online? te lo dico io, MIGLIAIA!

Pensa, migliaia di siti che trattano praticamente lo stesso articolo e tutti vorrebbero apparire sulla prima pagina di Google digitando il termine "cellulari" nel suo campo di ricerca. Ma sulla prima pagina di Google compaiono solamente una dozzina di risultati, annunci compresi.
Ma allora come si fa?
L'unica verità certa è che è impossibile che tutti i competitor appaiano nella prima pagina a seguito di una ricerca. Tutto il resto è aleatorio.

Per questo motivo l'attività SEO, ovvero per definizione, l'arte di ottimizzare un sito web al fine di farlo piacere a Google e di conseguanza agli utenti, è importantissima. Anzi detrminante.
Spesso creare un sito è niente, il vero lavoro, lo sforzo maggiore consiste nel posizionarlo tra i primi risultati mediant el'adozione di strategie web, di marketing, e tecniche, che nel loro insieme prendono il nome di "Attività SEO - Search Engine Optimization".

Questo aspetto è troppo spesso trascurato, o meglio sottovalutato.
Con la concorrenza che esiste al giorno d'oggi è impensabile sperare di raggiungere buoni livelli di posizionamento senza intervenire metodicamente su tutti gli aspetti inerenti un sito web. A meno di non appartenere ad una nicchia di mercato più unica che rara.
Se per esempio tu promuovessi un sito dedicato all'addestramento di rane saltatrici, allora probabilmente esisteresti soltanto tu e ti troveresti al primo posto su Google. Il motore di Google si basa su un meccanismo di algoritmi molto complesso, che per forza di cose, dato l'elevato numero di siti esistenti, adotta la soluzione delle "aste", ovvero il sito che prevale sugli altri in base ai criteri di ricerca, si posiziona tra i primi risultati. Gli elementi che determinano la posizione di un sito, oltre a essere molteplici, sono in continua evoluzione, e ti garantisco che nessuno al mondo conosce appieno tale segreto!

Molti fattori concorrono alla graduatoria di posizionamento: la qualità del sito determinata dal codice di scrittura, i testi e il nome delle immagini inserite, il periodo di esistenza del dominio, la quantità di link presenti nelle pagine del sito, l'autorevolezza di tali link, (per esempio se riporti il link di www.pincopallino.com è diverso rispetto a www.amazon.com) ed il numero di visite che riporta il tuo sito, il quale è determinato a sua volta dal fattore più importante di tutti; ovvero se il tuo sito viene trovato, significa che meglio risponde alle ricerche degli utenti, quindi viene considerato autorevole.
Ecco il motivo per cui Amazon, qualuque sia il prodotto che digiti, appare in prima posizione. Tanto di cappello al signor Bezos.

Per fortuna esistono strategie che consentono di ottimizzare un sito sotto ogni aspetto, rendendolo più appetibile nei riscontri di ricerca. Si tratta però di un'operazione che va svolta passo dopo passo, tramite un percorso lungo e soprattutto costante.
Un sito web di qualità deve perseguire tali strategie già durante la fase iniziale del suo sviluppo, e non soltanto a posteriori.
Ma non si ottiene il successo da un giorno all'altro, occorre il tempo necessario per riuscire a imporsi nel complicato mondo del web.

Ma non temere, se dimostrerai impegno, determinazione e costanza, non ho dubbi che riuscirai a ottenere un sito di successo. Dipende solo da te, questa è la cruda verità. In ogni epoca, in ogni circostanza, in ogni contesto, esiste SEMPRE la possibilità di emergere con il proprio business, il ragionamento del "...allora erano altri tempi" non regge più, semplicemente, cambiano i tempi, cambiano le strategie, il segreto è sapersi adattare.





TECNOWIDE INFORMATICA
Assistenza - Siti web
Videosorveglianza

BORACINO.COM
Videosorveglianza
Sicurezza - Informatica

Sicurezza
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Torna ai contenuti